Sulle ali della poesia a Trieste: al via il 13esimo Festival Internazionale

 

Ha preso avvio nella giornata di oggi 30 novembre la 13esima edizione del Festival Internazionale della Poesia, che avrà luogo  presso lo stabilimento Ausonia ed il Caffè Verdi nella cornice della bella città di Trieste. Oltre all’intervento d’eccezione della celebre personalità di Ion Deaconescu, il famoso poeta rumeno al quale verrà consegnato il dodicesimo Premio Internazionale Trieste Poesia, parteciperanno alla manifestazione anche i vincitori del Premio Gerald Parks alla Traduzione assegnato, in merito  ad una traduzione dal tedesco, a Sabrina Mori Carmignani ed anche del Premio Anthares chiamato “Un Poeta per la Pace” che è stato l’autore macedone Rade Siljan.

Nell’ambito degli ospiti invitati di importanza a livello internazionale va annoverata anche la presenza dell’autrice oltre che traduttrice israeliana Tal Nitzan la quale presenterà l’antologia poetica “Pacem in Progress” e della quale il ricavato verrà devoluto all’associazione benefica “Gocce  d’amore universale” per i ragazzi della Tanzania, mediante il missionario Iaico Claudio Turina.

Il Festival Internazionale della Poesia della città di Trieste è nato la bellezza di tredici anni fa fortemente incentivato dalla volontà di far rifiorire e rinvigorire il contatto tra la città e la poesia internazionale; la manifestazione si pone come obiettivo di rendere Trieste nuovamente il principale crocevia letterario dell’Europa tutta.

Il giorno di giovedì 2 dicembre, presso lo stabilimento Ausonia, avrà luogo il “5th Trieste International Poetry Slam“, interessante manifestazione durante la quale  diversi poeti si sfideranno combattendo “all’ultimo verso” e saranno intanto giudicati dal pubblico presente. Come conclusione  della serata del 2 dicembre, inoltre, ci saranno i testi interpretati dalla voce oltre che dalla chitarra di Massimo Zamboni che è l’ex partner artistico di Giovanni Lindo Ferretti nel Cccp e Csi, e che porterà nella città di Trieste i “Tre motivi di saggezza“, concerto-reading nel quale ripercorrerà  la propria opera sia musicale che letteraria.

Rossella Lalli