Divorzia per restare insieme a un coccodrillo

Si separa dal marito per restare con il suo cucciolo di coccodrillo. Non è la storia di un cartone animato ma la realtà.

Protagonista Vichi Lowing che, durante un’intervista, ha dichiarato che non avrebbe mai rinunciato al suo Johnie, un coccodrillo di un metro e mezzo che per lei è come un figlio. L’animale vive con la donna e la famiglia da tredici anni e gira libero per casa. Addirittura ha dormito nel letto del figlio (reale), Andrew.

La donna trovò nel 1996 il coccodrillo fuori la porta di casa e immediatamente lo ritenne un componente della famiglia. Grag, il marito, ha sempre sostenuto che sua moglie passasse troppo tempo con l’animale mettendo a rischio il loro matrimonio, poichè lui non era più considerato.

Stanco della situazione ha messo la coniuge di fronte una scelta: o me o il coccodrillo. La donna ha dichiarato di non aver avuto alcun dubbio in quel momento e ha scelto l’animale.Immediato il divorzio.

“Mio marito può badare a se stesso, il mio coccodrillo no – ha sottolineato la donna. Non appena Johnie è entrato a casa nostra, Greg e io abbiamo cominciato ad avere problemi. Non facevamo altro che litigare. Non c’era una bella atmosfera a casa. Ho detto ad Andrew che suo ‘fratello’ in realtà era una ‘sorella’ perchè solo in tarda età abbiamo scoperto il sesso del coccodrillo. Non le abbiamo comunque cambiato nome perché ormai era quello a cui eravamo abituati e affezionati, e lei risponde solo a quello”.

Certo tra moglie e marito non mettere il dito…ma neanche un coccodrillo!

A.C