Probabili formazioni Lech Poznan-Juventus: baby Camilleri e Sissoko in campo dal 1′

In memoria di Gaetano Scirea. Sul finire della conferenza stampa di ieri sera, Gigi Del Neri ha dato uno stimolo in più ai suoi: oltre che per meri motivi di classifica, nella sfida di stasera bisogna dare il massimo per onorare la memoria dell’ex capitano bianconero, morto prematuramente in un incidente stradale proprio in Polonia il 3 settembre 1989. “La Juventus torna in questo paese per la prima volta dopo quel terribile incidente – ha ricordato il tecnico –. Cercheremo in tutti i modi di onorare Gaetano, un grande campione e un grande uomo che ha dato molto al calcio“.

Del Neri è stato chiaro sul valore della gara di questa sera: “Per noi sono importanti tutte le competizioni, sia il campionato che l’Europa League. Spiacerebbe uscire perché siamo venuti qui per passare il turno e lotteremo per farlo. Le ultime prestazioni della Juventus in campionato ci danno ottime probabilità di farcela“.

Sulla stessa lunghezza d’onda Giorgio Chiellini: “Abbiamo grande rispetto del Lech Poznan, ma siamo qui per vincere. Uscire sarebbe una delusione, una squadra come la nostra deve provare a vincere sempre, in qualsiasi partita e in qualsiasi competizione“.

LECH POZNAN – Rispetto alla gara di Torino, il Lech ha un nuovo tecnico: si tratta di José Mari Bakero, ex giocatore del Barcellona, che ha preso il posto di Zielinski. L’allenatore spagnolo riproporrà il modulo del suo predecessore, con Rudnevs unica punta.

Proprio il centravanti, autore della tripletta che permise ai polacchi di pareggiare il match d’andata, è alle prese con qualche problema fisico, ma sulla sua presenza in campo non sembrano esserci dubbi. Anche il centrocampista Krivetz, uno dei migliori a Torino, è in non perfette condizioni, ma ci sarà.

Lech Poznan (4-2-3-1): Kotorowski; Kikut, Arboleda, Bosacki, Henriquez; Djurdjevic, Injac; Stilic, Peszko, Wilk; Rudnevs.
A disposizione: Buric, Wojtkowiak, Gangarczyk, Kielb, Drygas, Krivets, Mozden. All. Bakero

JUVENTUS Motta è rimasto a Torino per un problema alla schiena. Grygera è ancora out, e Salihamidzic non è stato inserito nella lista Uefa (così come Grosso, Aquilani e Quagliarella). Chi dunque nel ruolo di terzino destro? Alla vigilia si pensava all’arretramento di Pepe in difesa, ma Del Neri ieri ha svelato: “Non è difficile fare il nome di Vincenzo Camilleri, è l’unico disponibile nel suo ruolo“. A sinistra partirà dal 1′ Traoré.

Il tecnico bianconero ha confermato che Felipe Melo andrà in panchina: in mezzo al campo ci saranno Sissoko e Marchisio, mentre Krasic, Pepe e Lanzafame si giocano i due posti sulle fasce laterali (i primi due sono favoriti). La coppia offensiva sarà formata da Iaquinta e Del Piero, unici due attaccanti disponibili. In panchina ci saranno 4 ragazzi della Primavera.

Juventus (4-4-2): Manninger; Camilleri, Bonucci, Chiellini, Traoré; Krasic, Sissoko, Marchisio, Pepe; Iaquinta, Del Piero.
A disposizione: Storari, De Paola, Liviero, Felipe Melo, Giandonato, Lanzafame, Giannetti. All. Del Neri

Arbitro: Fernando Teixeira Vitienes (Spa)

Fischio d’inizio alle ore 21.05, Stadio Miejski di Poznan. Diretta tv su Italia 1 e Premium Calcio.

Pier Francesco Caracciolo