Delitto Ronni Chasen il mistero continua

Il mistero si infittisce sempre più: un uomo ricercato per essere interrogato in merito all’uccisione di Ronni Chasen, la più popolare publicist di Hollywood, si è ucciso, mercoledì scorso,  dopo essere stato  messo  a confronto, dai detectives incaricati di seguire il caso, con dei testimoni, al’ingresso di un hotel della mecca del cinema.  Ma chi era la vittima? La 64enne Chasen, è stata uccisa da diversi colpi di arma da fuoco a  Beverly Hills, mentre il 16 novembre scorso, a bordo della sua  Mercedes-Benz, rincasava alle prime ore del mattino, dopo aver  lasciato una festa organizzata per la premiere del film ‘Burlesque’. La Polizia non ha ancora fornito dei nomi di indagati e sta ancora brancolando nel buoi per capire il movente.

Secondo quanto riferito dalla polizia, l’uomo che non è stato identificato, era una persona a conoscenza dei fatti ed interessata al delitto ma in realtà non era stato  indiziato nè diffidato e tanto meno annoverato tra i sospettati.  

Il luogotenente del Dipartimento di Polizia di Beverly Hills Tony Lee, rispondendo alle domande rivoltegli dalla rivista gossipara People, ha affermato: “Questo ragazzo non lo avremo certo arrestato, volevamo solo interrogarlo e fargli qualche domanda inerente al delitto.”  

il tutto si è svolto molto rapidamente, alle 17.30, l’uomo è giunto all ’Harvey Apartments, modesto hotel della zona e a questo punto, quando alcuni detective di  Beverly Hills  gli si sono avvicinati, l’uomo ha estratto la pistola e si è sparato un colpo.  

Come si è svolta la morte della Chasen? Secondo i documenti in mano al coroner, ottenuti dalla stazione televisiva di Los Angeles la KTTV, gli investigatori credono e ritengono che un mezzo ancora sconosciuto si sia affiancato  alla vettura della Chasen, mentre era ferma al semaforo ed ha sparato numerosi colpi di arma da fuoco attraverso il finestrino, dalla parte del passeggero.

In seguito la Chasen ha guidato la sua Mercedes per pochi metri, in tutto un  quarto di miglio  prima di colpire un palo della luce e  poco dopo, gli addetti del Centro Medico del Cedars – Sinai arrivati in  soccorso, ne hanno constatato la morte.

Maria Luisa  L.Fortuna