Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Pd: malumori per la presenza di Bersani alla riunione del Pse

CONDIVIDI

”La presenza di una corposa e importante delegazione del Partito Democratico, guidata dal segretario Bersani, alla riunione odierna del Partito Socialista Europeo a Varsavia ripropone un interrogativo mai risolto circa l’identità del nostro partito. Sui fondamentali è bene essere chiari. Il Pd non è parte del Pse e quindi, francamente, la cospicua delegazione oggi presente a Varsavia è parsa eccessiva”.

Usa toni duri Enrico Farinone, deputato cattolico del Pd, nel commentare la presenza del segretario Bersani e di numerosi altri esponenti democratici alla riunione del Partito Socialista Europeo. Il vicepresidente della Commissione Affari Europei, con una passato che va dalla militanza nella Dc all’adesione alla ‘Margherita’, critica la scelta dei suoi colleghi di partito, evidentemente ancora nostalgici del proprio passato.

”Il Pd è nato per superare le appartenenze del passato e per costituire una innovativa sintesi riformista. Il Pd – sottolinea Farinone – porta a conclusione il percorso compiuto per anni dall’Ulivo ed è pertanto un partito di centrosinistra. Al Parlamento Europeo ha costituito un Gruppo insieme ai socialisti denominato Asde, socialisti e democratici europei, proprio perché non poteva e non voleva esser parte del gruppo socialista tout court”.

L’anima democristiana e quella post-comunista stentano, dunque, a trovare la sintesi definitiva in un Partito Democratico troppo litigioso. Ed anche una normale riunione può arrivare a scatenare gli incubi di un passato ancora non pienamente metabolizzato.

Raffaele Emiliano