Ricky Martin: mamma voglio sposare il mio uomo

Ricky Martin torna a parlare della sua omosessualità e del ‘coming out’ che ha fatto alcuni mesi fa per mezzo del suo sito web.  Come il cantante portoricano sono milioni le persone omosessuali nel mondo che vorrebbero dichiararsi ma temono la reazione degli altri, ma soprattutto, quella dei propri familiari.

È risaputo, infatti, che esistono genitori che non accettano l’orientamento sessuale di un figlio o di una figlia omosessuale. Fortunatamente ci sono anche persone che non ne fanno un dramma e che si preoccupano soltanto della felicità del proprio figlio. I genitori di Ricky Martin fanno parte di quest’ultimo tipo.

Il mondo, soprattutto le fan, inizialmente erano rimaste basite dalla rivelazione di Ricky, considerato un sex symbol per tutte le donne del mondo, ma il cantante ora può vivere serenamente la sua vita senza doversi nascondere quando è insieme al suo compagno.

Ricky ha raccontato, qualche giorno fa, come l’hanno presa i suoi genitori; “Mia madre mi ha chiesto: “Sei innamorato”. Io ho risposto di sì e lei mi ha chiesto: “Si tratta di un uomo”, ed io ho pensato: “Wow, è stato più facile di quanto pensassi”. Ho risposto: “Sì, è un uomo”. Ero molto stupito, poi lei mi ha detto: “Abbracciami, sei mio figlio e ti voglio bene. Io ci sarò sempre per te”. Mio padre…me l’ha quasi detto lui. Mi ha detto: “Non devi dire una parola. Ti voglio bene e voglio solo che tu sia felice”.

“Ho due genitori eccezionali, intelligenti e sensibili” ha continuato Ricky, “mio padre, per evitarmi la difficoltà affrontarlo, me ne ha parlato lui e, come mia madre, mi ha detto di amarmi e di desiderare la mia felicità”. Se si vuol bene a un figlio l’amore non cambia secondo il suo orientamento sessuale.

Ricky Martin vuole sposarsi con il compagno, ma il suo sogno è di poterlo fare al suo Paese, Puerto Rico, dove, però, i matrimoni gay non sono ancora stati approvati. Aspetteranno, dunque, che sia legale nella sua città natale per festeggiare con le tradizioni della sua terra d’origine.

Cosmo de La Fuente