Terzo polo: sfiduceremo Berlusconi

Il terzo polo annuncia la sfiducia. Oltre a Fli, Udc ed Mpa, anche i Liberaldemocratici, Giorgio La Malfa e Paolo Guzzanti aderiscono alla mozione presentata da Pierferdinando Casini. ”Alla luce dell’inadeguatezza del governo’, i deputati invitano il premier ‘a dimettersi per facilitare l’apertura di una nuova fase’, evitando manovre di palazzo” spiegano in una nota comune. La scelta dei firmatari, è per un governo di transizione.

La mozione di sfiducia “sarà depositata nei prossimi giorni sottoscritta da tutti i deputati dell’area di responsabilità”. Secca la replica del Pdl. “Inadeguatezza del governo? Fa venire i brividi pensare che possa avere responsabilità di governo-dice il sottosegretario Paolo Bonaiuti- uno solo di questi signori che rilasciano siffatte dichiarazioni. Intanto il Pd chiede che siano ripristinati i lavori alla Camera. “Sono stanco di leggere un giudizio che accomuna tutti. Noi abbiamo detto di continuare a lavorare, invece dalla stampa sembra che la sospensione sia stata una scelta condivisa “ dice Dario Franceschini. Per l’Idv qualsiasi idea per mandare a casa questo governo è giusta.”L’Idv è per andare alle elezioni, possibilmente con una nuova legge elettorale.” Ma siccome “non crediamo che questo Parlamento sia in grado di farla, siamo disposti ad andarci anche con questa” dice Antonio Di Pietro.

Escludo che Berlusconi possa dimettersi prima del 14, anzi è determinato a chiedere la fiducia alla Camera e al Senato” dice il Ministro per la difesa Ignazio La Russa. Dal Kazakistan, il premier Silvio Berlusconi definisce il documento del terzo polo “un atto irresponsabile”. “Io continuo a lavorare”.

Matteo Melani