Premio Imprenditore dell’anno 2010 a Stefano Landi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:36

Il premio Imprenditore dell’anno 2010 è stato assegnato a Stefano Landi, presidente del Gruppo Landi Renzo di Cavriago, in provincia di Reggio Emilia.

Questa la decisione della giuria del premio Ernst & Young giunto in Italia alla quattordicesima edizione e riservato agli imprenditori che hanno contribuito in modo significativo alla crescita dell’economia nazionale dimostrando intraprendenza, creatività e impegno.

L’imprenditore ha ottenuto il riconoscimento ”per aver dimostrato – ha dichiarato Dante Valobra, partner di Ernst & Young – il miglior utilizzo strategico delle opportunità e delle leve offerte dall’economia a livello nazionale ed internazionale”.

Landi Renzo, infatti, è oggi leader mondiale, con una quota di mercato pari al 23%, nel settore dei componenti e dei sistemi di alimentazione alternativi a Gpl e metano per autotrazione ed ha filiali in Brasile, in Cina e in Pakistan.

Nel 2006 Stefano Landi, che nella seconda metà degli anni ’70 ha sostituito il padre Renzo, scomparso prematuramente, alla guida della società, ha dato vita alla Landirenzo Corporate University, una fabbrica di idee ed azioni per sviluppare le risorse umane del Gruppo Landi e per diffondere la cultura della mobilità sostenibile.

Landi rappresenterà l’Italia all’Ernst & Young World Entrepreneur Of The Year Award che si terrà a Montecarlo, dove potrà confrontarsi con i vincitori degli altri 50 Paesi in cui il premio è istituito, concorrendo al titolo di miglior imprenditore a livello mondiale.

Oltre al riconoscimento quale miglior imprenditore a livello nazionale, il presidente del gruppo di Cavriago e’ stato premiato anche nella categoria Master, ”per aver saputo raggiungere crescita e profitti,tenendo però sempre in primo piano la responsabilità sociale dell’azienda, che si manifesta nello sviluppo di sistemi di alimentazione alternativi e rispettosi dell’ambiente e nella costante opera di diffusione della cultura della mobilità ecosostenibile”.

La giuria, ancora, ha assegnato ad Alberto Bertone, presidente e Amministratore delegato Fonti di Vinadio-Acqua Sant’Anna, il premio di Imprenditore dell’anno nella categoria “Food & Beverage”.

Alberto Bertone è stato nominato Imprenditore dell’anno in questa categoria “per aver fatto dell’innovazione tecnologica la propria bandiera, fino a divenire la prima azienda in Italia e nel mondo nel mercato delle acque minerali ad utilizzare un materiale innovativo per realizzare bottiglie in plastica naturale completamente biodegradabili”.

Fonti di Vinadio, infatti, è riuscita a ritagliarsi una posizione da protagonista tra i grandi marchi italiani, prima, e tra quelli internazionali, poi, registrando tassi di crescita costanti che ne hanno fatto un vero e proprio modello nel quadro dell’economia italiana, raggiungendo un fatturato di circa 185 milioni di Euro e posizionando il marchio Acqua Sant’Anna tra i primi 5 di acqua minerale in Europa, puntando soprattutto sugli investimenti in tecnologia e innovazione e arrivando ad avere linee di imbottigliamento tra le più moderne e grandi al mondo e uno stabilimento totalmente automatizzato, dove operano robot e veicoli a guida laser.

All’azienda Fonti di Vinadio si deve anche il lancio di Sant’Anna BioBottle, la prima bottiglia di acqua al mondo in un packaging 100% vegetale, biodegradabile in meno di 80 giorni, un’iniziativa che fa di Alberto Bertone il promotore di una serie di scelte ecosostenibili che caratterizzano l’intera filiera dei  prodotti di largo consumo,  dal produttore alla distribuzione, fino al consumatore finale.

Marco Notari

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!