Riccione: consigliere comunale del Pdl prende a pugni collega di Fli

I rapporti tra il Pdl e ‘Futuro e Libertà’ si fanno giorno dopo giorno sempre più tesi. Il duro scontro tra le due forze politiche che si registra nelle aule parlamentari e sui giornali è la dimostrazione che tra finiani e berlusconiani non corre buon sangue. Ciononostante, la storia che giunge da Riccione ha dell’incredibile. A pochi minuti dall’inizio del consiglio comunale della città romagnola, alla presenza di amministratori, assessori e giornalisti, un consigliere comunale di ‘Futuro e Libertà’, Valter Ciabochi, inizia a discutere animatamente con l’ex alleato del Pdl, oggi acerrimo nemico, Luciano Tirincanti. Ben presto, però, si passa dallo scambio di vedute e dallo scontro verbale a quello propriamente fisico. Tra i due volano parole, sino ad arrivare alle mani. Ad avere la peggio è il finiano che, colpito con un pugno alla base del setto nasale, viene soccorso da un’ambulanza e immediatamente trasportato in ospedale.

Il sito di informazione Newsrimini, nel ricostruire “la baruffa” aggiunge che il consiglio comunale, seppure in ritardo, si tiene comunque e “tra lo sconcerto di giunta e consiglieri, il primo a prendere la parola nel question time è proprio il consigliere Tirincanti rimasto seduto in aula“. Secondo quanto si apprende, l’aggressore pidiellino ha posto una domanda sulla situazione di una piazza cittadina. Insomma, storie di ordinaria e paradigmatica follia all’interno del centrodestra.

Raffaele Emiliano