Truffa e appalti truccati sul Gargano, arrestato il sindaco di Peschici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:06

E’ bufera sull’amministrazione comunale di Peschici, in sostanza decapitata dopo l’arresto odierno del 41enne sindaco della cittadina garganica, Domenico Vecera, e di altre 22 persone tra politici, dirigenti, impiegati comunali, professionisti e imprenditori operanti tra Peschici, Vico del Gargano, Foggia e Lucera. L’operazione, portata a termine da circa 150 carabinieri del Comando Provinciale della città dauna alle prime luci dell’alba in esecuzione di altrettanti provedimenti cautelari, fa seguito alle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Lucera, che hanno consentito di far luce su numerosi falsi commessi dagli indagati e finalizzati sia alla realizzazione di altrettante truffe aggravate soprattutto ai danni del Comune di Peschici, sia alla turbativa di gare d’appalto promosse da quell’Ente per un valore complessivo di circa 1 milione e 500 mila euro. E non è un caso che il disavanzo attuale di bilancio del Municipio ammonti proprio a 1 milione e 500 mila euro.

Raffaele Emiliano

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!