Governo, Fini: “Sfiducia al premier non è complotto comunista”

La sfiducia presentata in maniera congliunta da Fli, Udc, Api e Mpa e appoggiata dai Lib-dem “non è un complotto comunista“. Lo riferisce il presidente della Camera e leader di ‘Futuro e Libertà per l’Italia’ Gianfranco Fini, intervenendo a una convention del suo partito a Lanciano. “Chi ha firmato la mozione – spiega il presidente dell’Assemblea di Montecitorio – sono tutti uomini e donne che hanno collaborato con Berlusconi per gli ultimi dieci o quindici anni. Dov’è il complotto dei comunisti?“.

“Berlusconi – prosegue Fini – dovrebbe chiedersi perché perde i pezzi. Forse – conclude il leader di Fli – perché più lo si conosce, più si capisce che per lui governare vuole dire comandare“.

Raffaele Emiliano