“Ogni tanto”: la nuova Gianna Nannini, tenera mamma un po’ dantesca

Partono gli archi; poi subito, a ruota, seguono la batteria, la chitarra e il basso, con il canonico quattro quarti. Pochi secondi e inizia il cantato: “Ogni tanto mi sorprendo/un po’ t’invento/ un po’ ti dai”. La voce roca di Gianna Nannini è sempre la stessa, ma non c’è più rabbia né aggressività, né quell’istinto di ribellione che ha quasi sempre caratterizzato la sua produzione. La nascita di Penelope ha dato una sferzata di dolcezza alla neo-mamma Nannini, che in Ogni tanto – il nuovo singolo pubblicato venerdì 3 dicembre, già in heavy rotation nelle principali radio italiane – canta l’emozione e lo smarrimento di fronte all’arrivo di una nuova creatura.

Il singolo anticipa l’uscita di Io e te, nuovo lavoro dell’artista senese che uscirà in tutta Europa l’11 gennaio 2011 (curioso che, di recente, lo scrittore Niccolò Ammaniti abbia pubblicato un libro con lo stesso titolo). Will Malone – storico produttore di musica metal, collaboratore di Black Sabbath e Iron Maiden – ha co-prodotto questo album, registrato nientepopodimeno che agli Abbey Road Studios di Londra (sì, proprio quello dei Beatles).

“Amor che bello darti al mondo…/Amor che bello darsi al mondo”. Se in questi versi vi sembra di sentire qualche eco dantesco, il vostro orecchio erudito non v’inganna. “Mi è venuto sulle labbra scendendo con l’ascensore nel mio studio – ha raccontato la cantante toscana – e subito l’ho cantata. Forse ispirata per assonanza da quel passo magnifico nell’Inferno di Dante: ‘Amore ch’ha nullo amato amar perdona’, il cui concetto fa un po’ da colonna sonora a molte canzoni di questo album”.

È indubbio che gli affetti famigliari per la Nannini siano una grande fonte di ispirazione. L’unica cosa, forse, capace di temperare il suo istinto, per natura così ribelle e insofferente ai conformismi (gli stessi per cui alcuni, con cattivo gusto, hanno avuto da ridire sulla sua maternità). Anche questo Ogni tanto conserva intatta la malinconia e determinata tenerezza che già avevano decretato il successo di Sei nell’anima, brano che la cantante  aveva dedicato al defunto padre. L’appuntamento, per il resto, è all’11 gennaio 2011.

Roberto Del Bove