Serie A, Milan-Brescia 3-0: ai rossoneri basta un tempo per battere le rondinelle di Iachini

Il derby lombardo tra Milan e Brescia va ai Rossoneri. La squadra di Allegri vince infatti l’anticipo serale del sabato contro le Rondinelle per 3 a 0. In rete sono andati Boateng (3′), Robinho (27′) ed Ibrahimovic (30′), che hanno annichilito la squadra di Iachini nel primo tempo. Brescia che continua a stazionare in zona retrocessione dopo questo nuovo stop in Campionato. Per il Milan invece arriva l’ennesima vittoria in A, che permette alla squadra di Allegri di portarsi di nuovo in testa da sola, staccandosi così dalla Lazio seconda.

1 tempo – Allegri sorprende tutti e manda in campo Pirlo, che con Boateng si alterna nel ruolo di trequartista nel 4-3-1-2 disegnato dall’ex-allenatore del Cagliari. 3-5-2 per Iachini, con Diamanti e Caracciolo in attacco per scardinare la difesa rossonera.

La gara vede una partenza super del Milan. I Rossoneri infatti passano in vantaggio già al 3’: irresistibile serpentina di Ibra, che si incunea nell’area del Brescia e serve l’assist per l’1 a 0 di Boateng.

La pressione milanista porta la squadra di Allegri di nuovo al tiro all’11’, con Robinho che impegna il portiere delle Rondinelle Sereni.

Il Brescia invece si affaccia in avanti 16’: ottimo spunto di Hetemaj sulla fascia, che crossa in mezzo per Caracciolo; la girata al volo dell’Airone è di ottima fattura, ma anche la respinta di Abbiati è da applausi, e così il Milan si salva.

Quello del Brescia è però un fuoco di paglia. Il Milan infatti accelera e si porta sul 3 a 0 nel giro di pochi minuti: al 27’ è Robinho a sfruttare un errore d’impostazione di Hetemaj, per andare a segnare la rete del 2 a 0. Il tris lo segna invece Ibra al 30’: ottimo spunto personale dal limite dell’area bresciana per lo Svedese, con bolide di destro che si insacca alle spalle di un incolpevole Sereni.

La fase no del Brescia continua anche nei minuti successivi. Al 33’ è infatti Zebina a sbagliare il disimpegno, liberando così Boateng che a tu per tu con Sereni fallisce il più facile dei gol. Due minuti dopo ci prova invece Pirlo su punizione, impegnando un attento Sereni, che sventa la nuova minaccia rossonera.

Il Brescia prova a dare segni di vita, ed al 37’ è Hetemaj a tirare da fuori, senza però terrorizzare un attento Abbiati, che para la debole conclusione del finnico.

La gara nei minuti successivi non regala più nessuna emozione, e così l’arbitro Gervasoni manda le due squadre negli spogliatoi con il Milan in vantaggio per 3 a 0.

2 tempo – Allegri decide di far riposare Nesta, e così nella ripresa lo mette in panchina per dar spazio a Yepes. Nessun cambio per Iachini, che manda in campo il suo Brescia con gli stessi uomini che avevano giocato il primo tempo.

Il Brescia inizia la ripresa con un piglio più agguerrito. Il Milan invece prova a gestire il triplo vantaggio. Nel primo quarto d’ora di gioco va segnalato solo uno sconclusionato colpo di testa di Kone, che Abbiati para senza preoccupazioni.

Poche emozioni anche dal 60’ al 75’. Da segnalare solo il cambio Ibra-Dinho al 69’, che permette al Gaucho di ritornare a calcare il prato di San Siro.

La gara si va spegnendo fino al 91’, quando Gervasoni fischia la fine del match. Match che il Milan vince per 3 a 0 sul malcapitato Brescia di Iachini.

IL TABELLINO:

MILAN – (4-3-1-2): Abbiati; Abate Nesta(46′ Yepes) Thiago Silva Zambrotta; Gattuso Ambrosini(63′ Flamini) Boateng; Pirlo; Ibrahimovic(69′ Ronaldinho) Robinho. A disposizione: Amelia. Bonera, Antonini, Seedorf. Allenatore: Allegri.

BRESCIA – (3-5-2): Sereni; Zebina Bega Martinez; Berardi Vass(66′ Budel) Hetemaj Kone(58′ Eder); Diamanti Caracciolo. A disposizione: Arcari. Mareco, Zambelli, Baiocco, Possanzini. Allenatore: Iachini.

Arbitro: Gervasoni.

Marcatori: 3′ Boateng (Mil); 27′ Robinho (Mil); 30′ Ibrahimovic (Mil).

Ammoniti: Martinez, Berardi (Bre).

Simone Lo Iacono