Mara Maionchi di X-Factor come M. Jackson, “ho la vitiligine”

Mara Maionchi, uno dei giudici di X-Factor, ha la vitiligine, una particolare malattia della pelle (non contagiosa) che si caratterizza per la comparsa di chiazze non pigmentate su tutto il corpo, ossia prive di melanina e quindi di colore bianco.

Pare che la stessa malattia avesse colpito, in forma gravissima, anche Michael Jackson e che il suo ‘sbiancamento’ sia solamente una conseguenza delle vitiligine. Ebbene la Maionchi sarebbe affetta dalla stessa malattia, che fortunatamente non l’ha colpita in viso, da quando aveva 25 anni e si è detta molto preoccupata di averla trasmessa alle figlie, in quanto la vitiligine rientra tra le malattie ereditarie.

La discografica, che non ama  molto parlare della sua vita privata e dei talenti che ha contribuito a portare al successo, parla a cuore aperto persino della sua malattia durante un’intervista-confessione rilasciata nei giorni scorsi al settimanale di gossip, Dipiù. “Ho la vitiligine, una malattia che mi provoca delle macchie chiare su quasi tutto il corpo”, con queste parole Mara Maionchi descrive i suoi problemi di salute. La scelta di dichiararsi pubblicamente malata è stata ben ponderata: “Solo chi ha la vitiligine teme la vitiligine. Una mattina come tante, lavandomi il viso, di fronte allo specchio, notai di avere una piccola macchia sul collo”. La produttrice discografica pensava che fosse un semplice fungo, ma i medici le diagnosticarono appunto questa malattia cutanea. Mara Maionchi, insomma, cerca di spiegare che quella da cui è affetta non è una patologia contagiosa, e che le macchie bianche sulla pelle sono dovute ad un cattivo funzionamento dei melanociti.

La vitiligine è una patologia  che interessa circa l’1% della popolazione mondiale, manifestandosi indifferentemente nei due sessi. Fa la sua comparsa prima dei venti anni e purtroppo le zone di pelle depigmentate sono spesso piuttosto visibili (mani, collo, viso, contorno di occhi e labbra), per questa ragione spesso chi ne è affetto sperimenta una marcato disagio psichico e difficoltà nei rapporti interpersonali. Attualmente esistono molte terapie possibili calibrate in base alle esigenze specifiche del paziente (tipo di vitiligine e fototipo, solo per fare un esempio).

Adriana Ruggeri