Home Notizie di Calcio e Calciatori

Serie A, Fiorentina-Cagliari 1-0: Mutu regala 3 punti ai viola

CONDIVIDI

Mutu regala tre punti preziosi alla Fiorentina. Il romeno, a tratti incontenibile, è il migliore dei suoi. I viola salgono a 19 punti in classifica, scavalcando il Cagliari che resta fermo a 17. Donadoni perde la sua prima partita dopo due vittorie, tuttavia la sua squadra non demerita. Matri non è brillante come al solito, ma la sua squadra regge per tutto il primo tempo. Poi esce la Fiorentina che segna una rete, recriminare su due gol annullati e sfiora ripetutamente il raddoppio.

PRIMO TEMPO – Formazioni confermate per le due squadre, con Mutu a guidare l’attacco viola e Laner in difesa per i rossoblù. La Fiorentina inizia subito in attacco: già al 2’ Mutu calcia in porta dopo due dribbling, ma guadagna solo un calcio d’angolo. Il Cagliari appare timoroso in avvio e allora i viola ne approfittano. Al 9’ grande intervento di Agazzi su cross di Mutu, Santana era già pronto per tirare a botta sicura. Matri e Cossu sono gli unici rossoblù che si fanno vedere in area viola, ma senza risultati. Al 19’ un siluro di Vargas è parato non senza difficoltà da Agazzi.

Mutu è la vera spina nel fianco della retroguardia cagliaritana. Al 20’ il suo pericoloso inserimento in area rossoblù è vanificato dall’estremo difensore avversario. Al 22’ il romeno reclama un calcio di rigore, ma non c’è contatto con Astori e Mutu cade da solo. La prima conclusione del Cagliari arriva al 27’ grazie a Nenè: un tiro dalla distanza che non impensierisce Boruc. Poi la partita entra in una fase confusa ma convulsa, con la due squadre che si affrontano a viso aperto, ma spesso falliscono l’ultimo passaggio.

Al 44’ la Fiorentina va in vantaggio, ma la rete è giustamente annullata per fuorigioco di Mutu. Il romeno aveva siglato la rete, ma sull’assist di De Silvestri era nettamente oltre la linea difensiva rossoblù. Il primo tempo si chiude sullo 0-0: i viola meriterebbero il vantaggio, ma per ora la difesa cagliaritana è insuperabile.

SECONDO TEMPO – Donadoni inserisce Ariaudo per Laner, cambiando idea sulla sua scelta iniziale di inserire un centrocampista in difesa. La ripresa inizia ancora con i viola in attacco: la spinta degli uomini di Mihajlovic è costante.

Al 52’ Mutu porta in vantaggio la Fiorentina. Su una punizione di D’Agostino, il romeno svetta di testa e spedisce la sfera in rete. Vantaggio meritato per i viola ed esultanza speciale per Mutu, a segno dopo 319 giorni di astinenza.

Tre minuti più tardi arriva la risposta del Cagliari: siluro dalla distanza di Conti che tuttavia è bloccato senza fatica da Boruc. Al 57’ grande chance per i viola per raddoppiare: colpo di testa a botta sicura di Ljajic su cross di Pasqual, Agazzi si supera e spedisce il pallone in corner. Prima al 70’, poi al 76’ i rossoblù provano a rendersi pericolosi, ma la mira di Cossu e Lazzari è imprecisa.

Pazzasco al “Franchi”. Al 78’ Donadel firma il raddoppio, ma l’arbitro annulla per fuorigioco influente di Cristiano Zanetti. E, mentre alcuni giocatori viola sono a bordo campo a festeggiare senza accorgersi della decisione arbitrale, la partita riprende e solo un intervento miracoloso di Boruc su Matri salva il risultato.

Nainngolan e Conti sfiorano la rete, ma all’87’ è Matri a divorarsi il pareggio. Su cross di Agostini, Matri colpisce ma spara incredibilmente alto e spreca una golosa occasione. Al 92’ anche Vargas sbaglia un gol già fatto: su azione di contropiede, a tu per tu con Agazzi, calcia malamente sul portiere, invece di servire Mutu libero in area. La partita si chiude dopo cinque minuti di recupero: la retroguardia viola respinge gli ultimi disperati attacchi rossoblù e guadagna meritatamente i tre punti.

IL TABELLINO: FIORENTINA-CAGLIARI 1-0

Fiorentina (4-4-2): Boruc; De Silvestri, Gamberini, Camporese, Pasqual (79’ Piccini); Santana, D’Agostino (73’ C. Zanetti), Donadel, Vargas; Ljajic (88’ Bolatti), Mutu. A disposizione: Avramov, Cerci, Marchionni, Babacar. Allenatore: Sinisa Mihajlovic.

Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Laner (45’ Ariaudo), Astori, Canini, Agostini; Biondini, Nainggolan, Conti; Cossu (84’ Ragatzu); Matri, Nenè (60’ Lazzari). A disposizione: Pelizzoli, Magliocchetti, Sivakov, Acquafresca. Allenatore: Roberto Donadoni.

Arbitro: Peruzzo

Marcatori: 52’ Mutu (F)

Ammoniti: Astori (C), Donadel (F), Mutu (F), Boruc (F)

Emanuele Ballacci