Casini al premier: “Diamo al Paese un governo giovane”

Troviamo un giovane assieme, lo indichi Berlusconi e diamo finalmente a questo Paese un governo più giovane“. Ad auspicarlo è il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini, che torna all’attacco del premier. “Noi – sottolinea Casini – non abbiamo bisogno di poltrone, lui invece continua con pervicacia a difendere la necessità di rimanere al suo posto. Scelga lui, facciamo una bella intesa e un bel governo con giovani bravi e volenterosi“.

Il leader dell’Udc dimostra di essere aperto a qualsiasi scenario, purché l’attuale presidente del Consiglio lasci la guida del governo. L’apertura va intesa, dunque, a tutte le forze politiche ‘responsabili’, a quelle “che sono disponibili a lavorare per questo Paese. La contabilità non risolve il problema – spiega l’esponente centrista – Il 16 dicembre avremo l’Ecofin, la speculazione finanziaria è dietro l’angolo, solo degli irresponsabili possono porre il problema come lo pone Berlusconi“.

Quanto all’ipotesi di un ribaltone, ventilata dal Pdl, Casini ribadisce ciò che già il presidente della Camera ha riferito ai cronisti. “Ha ragione Fini – dice il leader dell’Udc – il ribaltone è la volontà di escludere qualcuno. Qui nessuno vuole escludere nessun altro” ma ”è Berlusconi che si autoesclude“. “Un governo di responsabilità – aggiunge – è una cosa diversa: è l’idea di rafforzare le convergenze possibili per governare meglio e con più efficacia in Italia. Oggi abbiamo un governo che, non per causa certamente mia, non ha autosufficienza per riuscire a governare dignitosamente il Paese. Io dico sempre che il problema non è il 14 dicembre, ma il 15 e il 16“.

C’è il tempo anche per una frecciata ironica al presidente del Consiglio: “Ieri – ricorda Casini – Berlusconi ha detto che siamo vecchi. Ma se siamo vecchi noi, ed è vero, lui è catacombale“. Ad ogni modo, anche se “noi siamo vecchi – ha detto Casini – non vogliamo una poltrona, mentre il presidente del Consiglio è più vecchio e vuole rimanere sopra la sua poltrona“.

Raffaele Emiliano