Si finge malata di cancro anche al marito per intascare i soldi delle donazioni

Una truffa a i danni dell’intera nazione e della sua famiglia. Aveva commosso la Gran Bretagna dicendo di avere “due cancri e una leucemia” e facendo scattare di conseguenza una gara di solidarietà con cui erano state raccolte 25mila sterline.

Invece Terri Edkins, giovane ragazza inglese di 23 anni, era sanissima ma grazie ad una lunga serie di bugie aveva “preso in giro” tutti, compresa la sua famiglia, composta dal marito e da tre figli (4 anni il più grande, 2 e 1 anno i piccoli). Il marito, infatti, ignaro di tutto, l’aveva sposata in emergenza – aveva appena sei mesi di vita – e le aveva dato una mano a raccogliere i fondi per partecipare ad un trattamento sperimentale rivoluzionario (del costo di 25 mila sterline) capace di sconfiggere contemporaneamente i suoi presunti tumori al cervello e alle ossa e la leucemia.

Erano stati organizzati anche eventi di beneficenza, tra cui una partita di calcio grazie alla quale erano state raccolte oltre 1.000 sterline. In occasione dell’incontro calcistico Terri commosse il pubblico dicendo: “Tutto quello che voglio è più tempo da passare con mio marito e con i miei figli. Se non fossi madre e non fossi sposata, ora sarei già morta. All’inizio dell’anno mi avevano dato sei mesi di vita e sono ancora qui, pertanto ogni giorno in più che arriva è un autentico bonus e io sono davvero felice che i bambini siano ancora troppo piccoli per capire quello che sta succedendo. Sono realmente grata a tutti quelli che mi stanno aiutando, perché questo è fondamentalmente il mio ultimo sussulto“.

Terri aveva anche deciso di radersi completamente la testa per rendere il tutto più credibile, in modo da rendere visibili sul suo corpo i conosciuti effetti della chemioterapia a cui faceva credere di essersi sottoposta. Negli ultimi giorni aveva anche annunciato tramite Facebook di essere incinta per la quarta volta, e già in molti avevano espresso le loro perplessità chiedendosi come fosse stato possibile visto le sue drammatiche condizioni di salute.

Infine si è scoperta la  “montatura” costruita dalla giovane donna ed è scattata l’accusa di frode, della quale dovrà rispondere in tribunale a tutto il Paese e al marito, che potrebbe optare per il divorzio.

Non è la prima volta che si verifica una tentata truffa di questo tipo. Anche la canadese Ashley Anne Kirilow, 23 anni, non molti mesi fa aveva ingannato amici, familiari e molti altri fingendo di essere malata terminale, riuscendo ad ottenere migliaia di dollari per cure e chemioterapie mai fatte, perfino con una colletta organizzata su Facebook. Per rendere la sua farsa più convincente si era messa a dieta, si era tagliata tutti i capelli e le sopracciglia.

Adriana Ruggeri

(origine foto: Calers News Agency)