Southland Tales: le ragioni del suo fallimento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:15

Richard Kelly, regista del nuovo film intitolato “Southland Tales“, ha cercato di spiegare le ragioni che hanno portato il suo progetto ad un vero e proprio flop: il ricavato della pellicola, infatti, è stato di appena 400 mila dollari, nonostante l’investimento iniziale si aggirasse su diversi milioni.

Il motivo scatenante, secondo il regista, sarebbe da attribuirsi al fatto che la vicenda da cui è stato tratto il film comprendeva ben sei capitoli, dei quali, però, nella trasposizione sono stati tenuti in considerazione solo gli ultimi tre. Tutto questo avrebbe portato il pubblico a non comprendere per niente, o quasi, il succo della vicenda, causandone un fallimento completo.

Parlando della cosa con Kewin Smith, Kelly ha annunciato il suo desiderio di proseguire la vicenda, aggiungendo una sorta di prosecuzione alla prima parte. Queste le sue parole: “So che molti non hanno capito il mio film, ma senza leggere la graphic novels è quasi impossibile. Ma questo lo sarà fin tanto che Southland Tales sarà un film non finito, e cercherò di finirlo fino a quando sarà su una sedia a rotelle con un respiratore di ossigeno! ”.

L’idea del regista sarebbe quella di vedere la realizzazione di un film d’animazione low budget animated con uno stile vicino a “Walzer” o a “The Animatrix”.

Ad essere sinceri, per adesso il progetto non ci convince affatto, tuttavia cerchiamo di restare fiduciosi, così da non compromettere anche la seconda possibilità del povero Kelly, il quale con questa pellicola tenta una vera e propria scommessa sia per il film stesso, che per la sua reputazione da regista.

Alice Sommacal

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!