Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Granata piglia tutto: se si vota, con Pd e Idv

Granata piglia tutto: se si vota, con Pd e Idv

Il finiano Fabio Granata è uomo lungimirante e, nel caos dell’attuale momento politico, non manca di abbozzare ipotesi capaci di adattarsi ai più differenti scenari. Interpellato da “La Stampa“, l’esponente di Fli ha dimostrato grande capacità organizzativa, palesando le sue doti di fine stratega a caccia di disinvolte alleanze.

L’opzione delle dimissioni del Cavaliere rappresenterebbe per Granata la soluzione ideale, ma di difficile attuazione: “Mi sembra improbabile – ha dichiarato il finiano – alla luce del carattere e della personalità del premier che considera questi passaggi non comprensibili, secondo la sua grammatica della politica. Ma un suo passo indietro – ha spiegato – aprirebbe una fase diversa e una ripartenza”.

Cosa fare allora? Il deputato di Fli apre a due possibili soluzioni. La prima è quella che – a suo parere – appare più verosimile: “Prevedo che dopo il 14 – ha detto – si farà un governo di responsabilità nazionale, allargato all’Udc e a quei settori dell’opposizione che sui singoli provvedimenti non farebbero mancare il loro sostegno. Nel caso di un governo di transizione, per non essere percepito come ‘un ribaltone’ – ha continuato il finiano – dovrebbe presentare una base parlamentare quanto più coerente con quella che ha vinto le elezioni, ovviamente con un altro premier. E allargata all’Udc – ha ribadito – con appoggio esterno di quelle forze che responsabilmente vogliano concorrere a completare questa agenda politica per poi andare a votare nel 2012″.

La seconda opzione delinea scenari ancora più arditi: “Se il Capo dello Stato arrivasse alla conclusione che non è praticabile la nascita di un nuovo governo – ha ripreso Granata – decideremo le alleanze al nostro congresso di gennaio. Lì si dovrà votare anche l’opzione che non escludo di un listone unico da Fli all’Udc, al Pd, all’Idv e in quel caso la figura più adatta a guidarlo – ha concluso l’esponente di Fli – sarebbe Gianfranco Fini”.

Maria Saporito