Pagelle Napoli-Palermo: bene Cavani e Sirigu. Flop Pastore

Il Napoli centra una vittoria importantissima al 95′ contro il Palermo che catapulta la squadra di Mazzarri al 3° posto in classifica a pari punti con la Juventus. Gara ben giocata dai partenopei che dominano sul piano del gioco e realizzano all’ultimo istante con Maggio il gol-vittoria.

NAPOLI:

De Sanctis   6: il voto del portiere partenopeo poteva aumentare se si fosse presentato in campo con sgabello, birra e patatine per godersi la partita. Peccato che debba rimanere in piedi al freddo per 90 minuti ad assistere al match.

Grava   6,5: partita tosta la sua, come spesso gli capita. A pochi minuti dalla fine compie una chiusura sui livelli del Cannavaro campione del mondo che salva il risultato.

Cannavaro   6: ordinaria amministrazione per il capitano partenopeo che non deve fare molto per arginare le offensive palermitane.

Aronica   6,5: per tutta la partita intraprende un duello personale con Ilicic che vince alla grande.

Maggio   7: è tornato sui suoi livelli. Sirigu gli nega il gol in un paio di occasioni, un’altra volta liscia clamorosamente il pallone e sul finale centra un gol che stava anche per sbagliare.

Gargano   6,5: trotterella in mezzo al campo come suo solito. Sfiora il gol nella ripresa che avrebbe coronato la sua buona prestazione.

Pazienza   6,5: buona prova dell’ex giocatore dell’Udinese che insieme al collega di reparto Gargano forma un’ottima cerniera di centrocampo(77′ Yebda   6: l’algerino sfiora il golazo dalla distanza con una conclusione perfetta ma sbaglia un paio di appoggi che potevano costare caro al Napoli).

Dossena   6: nel primo tempo è troppo lezioso, nel secondo più pratico e deciso. Nel complesso la sua prova è positiva(83′ Vitale S.V.).

Hamsik   6: si vede poco durante l’arco del match, ma sul più bello trova il filtrante che spiana la strada a Cavani per l’assist decisivo a Maggio.

Lavezzi   7: il pocho è in un periodo di forma invidiabile. Quando prende palla Munoz si affida anche lui a San Gennaro e spera che il patrono di Napoli faccia la grazia a lui che è argentino come Lavezzi. Peccato per la botta alla caviglia che lo costringe a lasciare il campo(72′ Dumitru S.V.).

Cavani   7,5: rivedere la maglia rosanero gli dona il terzo polmone. Attacco-centrocampo-difesa: ci manca solo che si sostituisce a De Sanctis e poi completa tutti i ruoli possibili. Un secondo tempo epico il suo.

PALERMO:

Sirigu   7,5: si scrive Sirigu, si legge Spiderman: come il supereroe balza da un palo all’altro per evitare al Napoli di segnare. Grazie a lui la partita non finisce in goleada.

Bovo   6: nella difesa rosanero è l’unico che si salva. Prova positiva la sua.

Goian   5,5: lento e impacciato. Rischia anche di far male seriamente Lavezzi.

Munoz   5: Lavezzi gli fa vedere le stelle. Trova un po’ di lucidità dopo il 72′: il pocho era appena uscito dal campo.

Cassani   6,5: a differenza di Balzaretti si propone bene in avanti ed è preciso in difesa nelle sue diagonali.

Nocerino   5,5: il flop del Palermo passa anche per il reparto nevralgico dei rosanero. Nocerino si nota soprattutto quando protesta con l’arbitro, per il resto prova non sufficiente.

Migliaccio   6: non è dotato di tecnica sopraffina, ma se quelli che lo sono non fanno nulla per muovere le acque…

Balzaretti   5: sbaglia tutto. Si propone male ed è spesso impreciso nei suoi passaggi.

Pastore   4,5: d’accordo che è un fenomeno, ma anche lui ha i suoi momenti di pausa. Quello di ieri sera, ne è la prova lampante. Prestazione da dimenticare in fretta.

Ilicic   5: pensa più a battibeccare con Aronica che a tentare di fare qualcosa. Serata decisamente no(90’+3′ Pinilla S.V.).

Miccoli   6,5: il “Romario del Salento” è l’unico che davvero cerca di fare qualcosa. Purtroppo, essendo l’unica punta, deve cercare di attaccare lo spazio e non può giocare molto il pallone, visto che chi lo supporta non è in serata(64′ Maccarone S.V.).

Antonio Pellegrino