Scoperto in Francia frammento di un manoscritto di Leonardo da Vinci

Nell’archivio della Biblioteca Municipale “Jacques-Demy” di Nantes, in Francia, è stato rinvenuto un frammento di un manoscritto attribuito a Leonardo da Vinci.

Si tratta di un foglietto di carta, di dieci centimetri per venti, recante alcune frasi scritte nella caratteristica scrittura speculare del maestro del Rinascimento italiano, da destra verso sinistra.

Autentificato alla fine del XIX secolo, il documento era citato in un libro di Serge Bramly, biografo di Leonardo da Vinci ma da allora era stato dimenticato. E’ stato un giornalista del quotidiano locale “Press-Ocean” a riportare alla luce il prezioso frammento.

Prudenza riguardo alla scoperta è stata espressa da Agnes Marceteau, direttrice della Biblioteca Municipale. «C’è bisogno che uno specialista di Leonardo esami con il massimo scrupolo l’autografo e ne confermi l’attribuzione. Solo una perizia potrà sciogliere i dubbi».

Il documento trovato fa parte della collezione, con oltre tremila manoscritti dal XV al XIX secolo, che il ricco collezionista Pierre-Antoine Labouchere ha lasciato in eredità nel 1872 alla sua città natale.
Sempre nella stessa collezione, tre anni fa, è stato rinvenuto un altro reperto pregiato, uno spartito inedito di Mozart.

Valentina De Simone