F1, La Renault diventa Lotus dal 2011

Era solo questione di tempo. Le due parti si erano molto avvicinate in questi ultimi mesi, sino a fa capire indirettamente che l’accordo era avvenuto. Mancava solo la ufficialità, che oggi è finalmente arrivata. La Proton ha acquisito il 25% di azioni del team Renault (quelle della casa madre), divenendo sponsor ufficiale sino al 2017 utilizzando il celebre marchio del costruttore Lotus. Un significativo cambio di proprietà, che non solo riporterà di fatto nel mondo della F1 la celebre scuderia inglese, ma anche l’oramai leggendaria colorazione nero-oro, quella utilizzata dalla Lotus quando adottò i motori Renault dopo gli anni Cosworth.

La casa francese resterà quindi nel circus, ma solo come fornitore di motori. La nuova scuderia invece sul piano logistico resterà uguale a quella già esistete, con stessi sponsor, fabbrica e si presume anche tecnici e piloti. Gerard Lopez, presidente del Renault F1 Team, è entusiasta: “Siamo felici di poter ora annunciare la notizia che correremo come Lotus Renault GP nel 2011. E’ estremamente eccitante iniziare una nuova era per il team in collaborazione con Group Lotus, e continueremo a beneficiare di una solida relazione con Renault nelle prossime stagioni. E’ un tributo all’eccellente lavoro svolto quest’anno e godere quindi di un grande futuro.” Ora infatti la scuderia ha definitivamente risolto i problemi di budget, uscendo da una crisi finanziaria che li ha perseguiti per tutto il 2010.

Anche Dany Bahar, CEO di Group Lotus, è estremamente felice di questo evento: “Non riesco a pensare ad una piattaforma migliore del motorsport e della F1 per un brand di automotive. Si tratta davvero della categoria regina a ruote scoperte. Siamo coscienti ci sia un’accesa controversia attorno al nostro brand in F1 e sono felice di chiarire la nostra posizione una volta per tutte: siamo noi la Lotus e siamo tornati.” Il rifermento è indirizzato ovviamente alla disputa con Tony Fernandes per l’uso del nome Team Lotus. Il verdetto del tribunale deve ancora arrivare, ma è molto probabile che Fernandes dovrà cambiare nome al suo team, visto che il vero gruppo Lotus con tanto di marchio ha realizzato una realtà totalmente estranea a lui.

Lotus quindi, dopo anni di crisi sino al triste ritiro a metà degli anni ’90 e il team fantoccio “Lotus Team” del 2010, è ufficialmente ritornata. Uno nome che si aggiunge a Ferrari, Mclaren, Mercedes e Williams, ricreando i magnifici cinque, la storia, anima ed emozioni di questo sport. La stagione 2011 piano piano sta prendendo forma, e le attese per ora non sono state tradite.

Riccardo Cangini