Influenza stagionale in arrivo. Due casi in Italia

Al Nord Italia è arrivata la neve. E con il freddo è arrivata l’influenza stagionale. Nel Nord Europa, già da un paio di settimane, sono molte le persone colpite dal virus mentre in Italia è arrivata soltanto pochi giorni fa e sono già stati riscontrati i primi 2 casi ufficiali, uno a Parma, con accertamenti ancora in corso, e l’altro a Mantova. Proprio questo secondo caso è stato riconosciuto come influenza A-H1N1, quello della suina, che lo scorso anno ha spaventato tutto il mondo per il suo andamento non ben prevedibile, ma che ora è diventato un semplice virus influenzale, per il quale i medici non nutrono particolare preoccupazione.

L’influenza stagionale non si prevede, quest’anno, particolarmente intensa e dovrebbe risultare nella media. Il virus A H1N1, quest’anno è declassato da virus pandemico a virus stagionale, ma non sarà l’unico virus che colpirà gli italiani. Ci saranno, infatti, anche altri virus stagionali di origine australiana e l’influenza non sarà particolarmente pesante come numero di casi, ma si prevede un numero di casi nella media, dai 2 ai 5 milioni in tutto.

L’influenza stagionale colpirà gli italiani durante il periodo Natalizio, un vero e proprio regalo per le feste di Natale che avrà il suo picco massimo a Gennaio.

Se non avete ancora fatto il vaccino stagionale, siete ancora in tempo per farlo entro Dicembre, ed è importante soprattutto per gli anziani, diabetici,  i bambini e le persone con altre patologie croniche. E’ anche molto importante mangiare frequentemente frutta e verdura, evitare posti chiusi e affollati e cercare di stare lontano da gas di scarico e fumo passivo. Ma, soprattutto, bere spremute di agrumi e assumere integratori di vitamina C per cercare di tenere più lontano possibile la tanto odiata influenza stagionale.

Daniela Ciranni