Kirsten Dunst: un 2011 da protagonista

ULTIMO AGGIORNAMENTO 3:38

L’attrice Kirsten Dunst, dopo il periodo di pausa iniziato nel 2008 quando è stata ricoverata in una clinica per problemi legati ad una presunta depressione, nel 2011 tornerà da protagonista nei cinema di tutto il mondo.

Il primo dei film in uscita è All Good Things del regista Andrew Jarecki, basato sulla vera storia di un omicidio irrisolto. Kirsten interpreta Katie, una ragazza che si innamora di un uomo che diventa sempre più violento ed incontrollabile (interpretato da Ryan Gosling) fino a quando scompare senza lasciare traccia. Il caso verrà poi riaperto quando il marito verrà accusato di aver brutalmente ucciso un suo amico ed averne gettato i resti in un acqua ma non si avranno mai certezze su quanto accaduto veramente a Katie.

Kirsten, intervistata da Black Book Magazine ha spiegato che negli ultimi anni si è trovata in un punto della sua vita in cui si è chiesta perchè stesse recitando ma che, durante le riprese di All Good Things, si è resa conta che fare l’attrice è quello che vuole e non per i soldi o per il successo ma perchè ama farlo; una situazione che l’ha spinta a rimettersi in primo piano rispetto alle esigenze altrui e che definisce come un’esperienza liberatoria.

Aver superato dei momenti difficili l’ha inoltre aiutata a capire maggiormente la vulnerabilità del suo personaggio e Kirsten ha dichiarato che si sentiva pronta ad affrontare il ruolo. Del periodo passato in riabilitazione l’attrice resa celebre grazie ai suoi ruoli in Il giardino delle vergini suicide, Marie Antoinette e Spiderman non vuole parlare pubblicamente perché ha dichiarato di non voler correre il rischio che chiunque si senta in diritto di farle domande di tipo privato.

L’attrice all’inizio dell’anno ha recitato anche nel nuovo film del regista Lars von Trier, intitolato Melancholia, di cui si hanno ancora pochi dettagli. Kirsten ha però rivelato qualche dettaglio della trama: è infatti ambientato alla fine del mondo ed il suo personaggio infligge dolore alle persone a livello emotivo e mentale. “Penso che l’apocalisse sia una metafora di quello che sta accadendo nella vita del mio personaggio, ma se Lars mi sentisse mai dire queste cose direbbe “Metafora?”. Riderebbe a qualsiasi cosa io dicessi in proposito del film“, ha scherzato la giovane attrice.

Nel 2011 Kirsten sarà protagonista anche di altri due film molto attesi: Upside Down, commedia romantica diretta da Juan Diego Solanas in cui un uomo (l’attore Jim Sturgess) cerca in realtà alternative il suo grande amore perduto, e On The Road tratto dall’omonimo romanzo di Jack Kerouac in cui il regista Walter Salles ha riunito un cast che comprende Viggo Mortensen, Sam Riley, Garrett Hedlund, la star di Twilight Kristen Stewart, Amy Adams, Terrence Howard e Steve Buscemi per dare vita sul grande schermo ad uno dei classici della letteratura americana.

Beatrice Pagan

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!