Oprah Winfrey piange in diretta: “Non sono lesbica”


La popolare anchorwoman americana pone fine alle incontrollabili voci sulla sua presunta omosessualità: “Non sono lesbica”.

Una Oprah Winfrey visibilmente commossa si racconta a Barbara Walters, illustre collega che mai ha saputo eguagliarla. Lo fa in un’intervista in cui parla delle voci riguardanti la sua sessualità, arrivando a piangere in trasmissione, parlando della sua amica Gayle King.

Quest’ultima è stata più volte indicata come la partner di Oprah, ma si tratterebbe, come afferma la diretta interessata, di una figura materna, fondamentale nella sua vita, non di un amante.

“Lei è la madre che non ho avuto, la sorella che tutti vorrebbero, l’amica che chiunque merita. Non conosco persona migliore di lei”, spiega la Winfrey. Il pianto a dirotto è presto spiegato: “Sono commossa perché queste cose a lei di persona non le ho mai dette”.

Per una volta, Oprah diventa ospite e non conduttrice, rivelandosi al suo pubblico e facendo impennare gli ascolti, come ovvio che si pensi, anche se lo show andrà in onda solo questa sera.

L’impero economico e editoriale di Oprah si estende a circa 1.500 milioni di dollari, se consultiamo i dati Forbes risalenti a tre anni fa. Prevedibile che il conto in banca sia aumentato, così come la sua popolarità, che di anno in anno, insidia anche i massimi rappresentanti degli Stati Uniti d’America: è seconda solo a Michelle Obama.

Barbara Walters ha chiesto dell’amicizia che lega Oprah a Gayle, scatenando immediatamente la commozione della collega: “Non posso piangere qui”, ha affermato in seguito. Sulle voci che la vogliono lesbica e fidanzata con la King, ha poi aggiunto: “Non siamo gay, non sono lesbica e neanche quasi lesbica. Ciò che mi irrita è credere che io menta su quest’argomento. Perché dovrei nasconderlo? Non è questo il modo in cui ho scelto di vivere la mia vita”.

foto: WireImages

Carmine Della Pia