Letture per la salvaguardia del pianeta

La lettura per sostenere la salvaguardia del nostro pianeta, questa l’iniziativa che domani 11 dicembre animerà gli spazi del Museo Archeologico Nazionale di Palestrina, a Roma, con una selezione di brani contemporanei internazionali, in omaggio a Vandana Shiva e Wangari Maathai, personalità di spicco nella lotta per la tutela ambientale.

Brani rivisitati e reinterpretati, con l’accompagnamento di strumenti acustici ed elettronici, a partire dai saggi, dagli articoli e dalle interviste tratti da “Le guerre dell’acqua” di Vandana Shiva, la scienziata e filosofa indiana impegnata, da anni, non solo come studiosa ma anche come militante nella difesa dell’ecosistema e delle culture native. Una figura di riferimento fondamentale dei movimenti ecologisti, femministi e di liberazione dei popoli, in netta opposizione ai modelli di sviluppo oppressivi e distruttivi e ai programmi scientifico-industriali scellerati e particolarmente pericolosi. Proprio come Wangari Maathai, l’ambientalista, attivista e biologa keniota che, nel 2004, è diventata la prima donna africana ad aver ricevuto il Premio Nobel per la Pace, per “il suo contributo alle cause dello sviluppo sostenibile, della democrazia e della pace”. La lettura di alcuni passi del suo libro “La sfida dell’Africa” contribuirà a focalizzare ancora di più l’attenzione sulla necessità di sviluppare politiche internazionali capaci di sostenere e salvaguardare il bene più prezioso che abbiamo, il nostro pianeta Terra.

Valentina De Simone