Sanremo 2011, i nomi: da X Factor ad Amici, passando per Battiato


La prossima edizione del Festival di Sanremo inizia sotto i più strani auspici: spuntano i nomi, ma non riusciamo a capire se si tratti dell’ennesima cernita da talent o di un ritrovo di cantautori e artisti storici.

Sul fronte giovani, attraverso il sito web apposito, è possibile leggere chi ambisce ad entrare nei fantastici 10 proponendo il proprio brano nuovo di zecca: si passa da Amici a X Factor e viceversa.

Martina Stavolo, giunta, due anni fa, a un passo dalla finale, aveva proposto un brano-invettiva contro il reality e la stessa Maria De Filippi ma è riuscita a portarsi a casa un netto rifiuto e, pare, qualche denuncia fresca di studio legale.

Simonetta Spiri, Eleonora Cupi, Roberta Bonanno sono solo tre delle tante fanciulle che si aggiungono al coro di Maria, ma anche sul fronte X Factor vediamo nomi vecchi e nuovissimi.

Ambiscono al palco dell’Ariston Sofia Buconi e Alessandra Falconieri, le due cantanti di Anna Tatangelo eliminate, rispettivamente, in seconda e prima puntata appena tre mesi fa, ma anche Daniele Magro, pupillo di Simona Ventura nella seconda edizione targata 2009, Ilaria Porceddu e Giuliano Rassu, secondo, in penultima edizione, a Marco Mengoni.

Basta pensare al vincitore di Sanremo Giovani 2010, ovvero Tony Maiello, che aveva partecipato al talent nel 2008 (quella prima edizione che vide nascere Giusy Ferreri) per capire le ambizioni e le speranze dei citati dei citati.

Tante le critiche al Festivalone, soprattutto negli ultimi due anni: le vittorie di Marco Carta e Valerio Scanu avevano trasformato l’Ariston in un prosieguo degli amati-odiati talent show, costringendo addirittura gli orchestrali a lanciare per aria i loro spartiti.

Gianni Morandi, insieme al direttore artistico Gianmarco Mazzi, cercherà di portare il Festival alla ribalta chiamando alle armi cantautori e artisti di tutto rispetto (e consolidata carriera avviata almeno tre anni prima): Franco Battiato, Max Pezzali, Anna Oxa, Giorgia (in forse), gli Avion Travel (già vincitori nel 2000), addirittura i Pooh.

Insomma, un’edizione che stranisce e fa discutere, già a due mesi dalla messa in onda.

Carmine Della Pia