Capodanno: soli io e lui

Da tempo avete messo in moto il cervello per pensare con chi sarebbe meglio trascorrere l’ultimo giorno dell’anno. Molte persone non riescono a concepire la notte del trentuno dicembre come un momento in cui non è necessario darsi alla pazza gioia o organizzare l’evento del secolo. La sera di capodanno potrebbe essere altrettanto piacevole se trascorsa con la persona amata, con l’uomo che riempie le nostre giornate ed al quale, magari, non abbiamo mai abbastanza tempo da offrire.

Perché anziché comprare un costoso abito da sera per prendere parte all’evento più mondano della nostra città non ci armiamo di mestolo e pentole e non trascorriamo una serata fra cucina e camera da letto insieme al nostro partner?

È risaputo che cucinare insieme alla persona amata aumenta l’intimità ed aiuta molto la coppia a rinfocolare la passione e l’affetto reciproco. Non è poi male l’idea di chiudere a chiave la porta di casa e di indossare un vecchio grembiule da cucina per preparare insieme la cena. Dopo il pasto serale ed i fuochi d’artificio sarà d’obbligo brindare con uno spumante adatto all’occasione e correre a festeggiare nel modo in cui la fantasia ci suggerirà di fare.

Probabilmente un capodanno così non è il genere di serata esilarante di cui si può discutere con le amiche bramose di sapere quanto abbiamo bevuto e quanto ci siamo divertite nella notte di San Silvestro, ma ci vuole poco per comprendere che un capodanno intimo e pieno d’amore è proprio il genere di evento che ogni donna tende a ricordare con il passare degli anni come una giornata particolare e che sarebbe splendido rivivere.

In fondo c’è tempo per dedicarsi a serate mondane e piene di musica assordante, ma chi di noi può essere sicura che sarà davvero felice ed innamorata per tutta la vita?

M.C.