Serie A, Cagliari-Catania 3-0: tripletta di Nenè

Va in onda lo show di Nenè nel pomeriggio del Sant’Elia. L’attaccante brasiliano realizza la sua prima tripletta nel nostro campionato e annichilisce un Catania deludente, mai entrato in partita e che chiude l’incontro in nove uomini: espulsi per rosso diretto nella ripresa Martinho e Morimoto. Il Cagliari fa la partita sin dai primi minuti e va in vantaggio già all’ 11′ con Nenè bravo a raccogliere al volo un pallone vagante in area che si era appena schiantato sulla traversa colpita da Matri. Il raddoppio arriva al 27′ del primo tempo di testa così come il gol che chiude definitivamente il match al 26′ del secondo tempo. Arrivano così tre punti molto importanti nella corsa alla salvezza per la squadra di Donadoni che, con il suo arrivo, ha dato un altro passo ai risultati della formazione sarda (nove punti in quattro partite). Per il Catania, invece, continua il tabù trasferte in questo campionato: per gli etnei ancora nessuna vittoria esterna.

PRIMO TEMPO – Donadoni schiera in avanti il bomber Matri affiancato da Nenè e con Cossu da supporto. Giampaolo decide di affidarsi alle due punte che sono Maxi Lopez e Morimoto con Gomez trequartista.
Gioca meglio il Cagliari nei primi minuti e all’11’ trova il vantaggio: lancio dalla trequarti per Matri che va di testa e colpisce la traversa, sulla palla si avventa Nenè che insacca al volo di prima intenzione. Gli uomini di Donadoni continuano a macinare gioco, il Catania non accenna una minima reazione nonostante Giampaolo passi al 4-4-2. E al 27′ arriva il raddoppio dei padroni di casa: cross di Agostini (autentico padrone della fascia sinistra) sbuca Nenè alle spalle di Terlizzi e mette dentro di testa.
Sotto di due gol, sembra svegliarsi il Catania: al 30′ Maxi Lopez ci prova con un tiro dal limite, palla fuori di poco. All 33′ è ancora Cagliari: cross di Cossu per Matri che va di testa e sfiora il palo alla sinistra di Andujar. E’ l’ultima occasione di un primo tempo che vede il Cagliari padrone assoluto del campo.

SECONDO TEMPO – Giampaolo lascia fuori Maxi Lopez (altra brutta prestazione dell’argentino) e inserisce Antenucci. Nel Cagliari, invece, c’è Lazzari al posto di Cossu. Al 9′ il Catania rimane in 10: espulso Martinho per un fallo su Perico; il brasiliano va con il piede a martello e per lui arriva il rosso diretto, forse esagerato. In 11 contro 10, per il Cagliari è ancora più facile: al 17′ Nenè servito ottimamente da Nainngolan fallisce il 3-0. Il brasiliano non fallisce però l’appuntamento con l’ “hat trick” nove minuti più tardi: corner dalla sinistra di Lazzari, Nenè anticipa ancora una volta Terlizzi ed è bravissimo a girare di testa alle spalle di Andujar.
Al 31′ notte fonda per il Catania che rimane in 9 per l’espulsione di Morimoto: il giapponese va con il gomito alto su Ariaudo e poi dà pure un calcetto all’avversario a terra. Vuole partecipare alla festa anche Matri, ma al 34′ Andujar respinge in angolo una conclusione al volo del centravanti rossoblù. La gara poi fila liscia fino al 90′, l’arbitro Tommasi non concede nemmeno il recupero. Il Cagliari sorpassa in classifica il Catania.

IL TABELLINO

Cagliari-Catania 3-0

MARCATORI: 11′, 27′ e 72′ Nenè

CAGLIARI (4-3-1-2): Agazzi, Perico, Canini, Ariaudo, Agostini; Biondini, Conti, Nainggolan (72′ Sivakov); Cossu (46′ Lazzari); Matri, Nenè (79′ Acquafresca)
A disposizione: Pelizzoli, Pisano, Magliocchetti, Ragatzu
Allenatore: Donadoni

CATANIA (4-3-1-2): Andujar, Potenza, Silvestre, Terlizzi, Capuano; Ledesma, Carboni (69′ Sciacca), Martinho; Gomez (56′ Izco); Morimoto, Maxi Lopez (46′ Antenucci)
A disposizione: Campagnolo, Marchese, Delvecchio, Ricchiuti
Allenatore: Giampaolo

ARBITRO: Tommasi di Bassano del Grappa

AMMONITI: Nenè (CAG) e Carboni (CAT)

ESPULSI: Martinho (CAT) e Morimoto (CAT)

Miro Santoro