Ascolti tv lunedì 13 dicembre: “Le cose che restano” vince in ascolto medio

Prosegue il successo della fiction di casa Rai: “Le cose che restano”, diretta da Gianluca Maria Tavarelli, con Paola Cortellesi, Claudio Santamaria, Ennio Fantastichini, Vincenzo Amato, Lorenzo Balducci e Antonia Liskova, la storia della famiglia Giordani, sconvolta dalla morte del figlio e fratello più piccolo, che si riprende piano piano in modi completamente diversi e inaspettati, ha battuto il “Grande Fratello”, ma solo in ascolto medio, appassionando 5.069.000 telespettatori, share del 18,80%.

Il reality show di Canale 5, invece, condotto da Alessia Marcuzzi, è risultato inferiore in ascolto medio, intrattenendo 4.694.000 telespettatori, ma superiore in share, 21,82%, con una puntata caratterizzata dalla decisione del Grande Fratello sullo spintone di Davide a David, da un altro confronto, stavolta dal vivo, tra Rosa e il suo ex Agostino, dall’eliminazione di Ilaria Natali, che lascia così ancora una volta Pietro da solo in Casa con Guendalina, e da tanto altro.

Le repliche della quinta stagione di “Senza Traccia” su Rai Due hanno coinvolto 2.645.000 telespettatori, 9,46% di share, nel quindicesimo episodio, “Indietro non si torna”; 2.879.000 telespettatori, 10,57% di share, nel sedicesimo, “Senza di te”; e 2.558.000 telespettatori, 11,50% di share, nel dodicesimo episodio della prima stagione, “Dov’è Kathy?”.

Il film “Jumanji”, su Italia Uno, per la regia di Joe Johnston, con Robin Williams, Kirsten Dunst, Bonnie Hunt e Patricia Clarkson, in cui due bambini trovano un gioco magico e riportano nel loro mondo un uomo che era rimasto incastrato in un’altra dimensione ventisei anni prima, ha coinvolto 2.543.000 telespettatori, 9,75% di share.

Sulla terza rete Rai, “Lucarelliracconta”, il programma di Carlo Lucarelli su alcune particolari vicende della società italiana, ha raccolto 1.793.000 telespettatori, share del 6,73%, con una puntata dal titolo “La trattativa” e dedicata all’eventuale e ipotetico rapporto tra Mafia e alcune parti dello Stato.

“Il padrino”, su Retequattro, pellicola del 1972 diretta da Francis Ford Coppola, con Robert Duvall, Al Pacino, James Caan e Marlon Brando, la storia del capo mafia Don Vito Corleone e del figlio Michael, il quale si ritrova a gestire tutti gli affari di famiglia del padre dopo la sua morte, ha portato a casa Mediaset 1.870.000 telespettatori, 9,29% di share.

Infine, “L’Infedele” di Gad Lerner ha raggiunto il risultato storico di 1.219.000 telespettatori, share del 5,09%, con una puntata con ospiti Enrico Mentana, i protagonisti del voto alla Camera, Giovanni Sartori e tanti altri.

(Fonte foto: Movieplayer.it)

Antonella Gullotti