Yara, il sindaco di Brembate assicura: “La riporteremo a casa”

“Cercheremo Yara fino a quando la riporteremo a casa” sostiene Diego Locatelli, sindaco di Brembate. Per il diciottesimo giorno i volontari controllano i campi nella speranza di individuare un indizio.

Le indagini proseguono senza sosta e senza escludere nessuna pista. L’ora in cui il telefonino della ragazza si è spento, è considerato un dettaglio molto importante. Il 26 novembre, alle 18.55, il cellulare di Yara si è agganciato alla cella di Brembate, segno che la ragazzina poteva essere ancora in zona, quando qualcuno l’ha presa, probabilmente qualcuno di cui lei si fidava e che la attendeva vicino al centro sportivo dove normalmente faceva gli allenamenti.

Gli inquirenti lavorano ininterrottamente, considerando le informazioni ricevute per escludere, poi,  le segnalazioni che si rivelano infondate e valutare gli elementi che possano portare verso una pista sicura. Sono migliaia le telefonate che, il giorno della scomparsa, si sono agganciate alla cella di Brembate; una di queste potrebbe essere d’aiuto nella soluzione del giallo. Si ritiene che il cellulare si sia spento nel territorio di Brembate e non in quello di Mapello, come precedentemente pensato, zona in cui si trova il cantiere del centro commerciale e dove  i cani hanno fiutato possibili tracce della tredicenne.

Nel campo base dell’ex colonia dei Vigili del fuoco, i volontari della protezione civile, insieme agli investigatori, analizzano accuratamente tutti gli elementi raccolti nella giornata precedente. Il sindaco di Brembate ha spiegato oggi come funzionano le ricerche che sono eseguite su decisione dei carabinieri e della polizia.  “Prima abbiamo controllato le zone più vicine, ora i controlli sono a più vasto raggio. Ogni volontario ha su di sé un sensore che raccoglie impulsi che poi son elaborati e analizzati da un computer –ha comunicato il sindaco- sono ricerche di una persona scomparsa, che riporteremo all’affetto dei suoi cari”.

Confermata la ‘Festa del nonno e del nipote’ che si tiene il 19 dicembre in paese e le saranno festeggiate normalmente. Tutti gli abitanti di Brembate uniti, lavorano per riportare a casa Yara per Natale.

Cosmo de La Fuente