Coppa Italia, Fiorentina eliminata: il Parma passa ai quarti

Ieri sera si è dato il via agli ottavi di finale della Coppa Italia con Parma-Fiorentina, anticipo del turno che si concluderà durante la seconda settimana di Gennaio. La squadra di Mihajolivic, che aveva dichiarato in questi giorni di tenere alla Coppa Italia e che quindi avrebbe caricato i suoi come non mai – classiche parole del pre-gara – schierando una formazione competitiva, coadiuvato anche dal riposo costretto di domenica: infatti la squadra viola avrebbe dovuto incontrare l’Inter, impegnato nel Mondiale per Club già stasera nella semifinale.

Le aspettative comunque hanno deluso l’allenatore serbo e anche i tifosi della Fiorentina in una partita che era iniziata in maniera abbastanza frenetica: Marino, tornato sulla panchina dopo il lutto di domenica che avevo visto protagonista la madre, aveva preferito Bojinov a Crespo, e Mihaijlovic lasciava in panchina Gamberini per Krodlup.  Al 16′ subito un brivido per i locali con un palo del Parma con Giovinco, mentre al 21′ risponde la Fiorentina con Babacar che colpisce la traversa. Nel secondo tempo l’unica vera azione pericolosa è di Crespo, che a tu per tu con Avramov conclude addosso al portiere, che sostituisce Boruc infortunato, che a sua volta rilevava Frey.

Tutto rimandato ai supplementari quindi con la Fiorentina che al 9′ del secondo tempo riesce a portarsi in vantaggio con Santana, entrato al posto di Lijacic da poco: tiro fortissimo da fuori area di D’Agostino che impatta il palo e l’argentino si fionda velocissimo per il tapin vincente. Due minuti più tardi però Crespo riprendere il goal dei viola non senza l’aiuto di Avramov; e ancora due minuti dopo, quando oramai la partita volgeva alla lotteria dei rigori, ancora Crespo riesce a trovare il goal della rimonta completata e della vittoria.

Il Parma quindi si qualifica per i quarti di finale dove incontrerà la vincente della gara Palermo-Chievo; la Fiorentina invece dovrà aggiungere un’altra croce su questa stagione travagliata.

Mario Petillo