Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Sarah Scazzi: una festa a base di droga dietro il delitto di Avetrana

CONDIVIDI


Rivelazione scottante relativa all’omicidio di Sarah Scazzi: alla base del delitto vi sarebbe un party a base di cocktail e droga.

A riferirlo, prendendo ogni responsabilità successiva, lo psichiatra Alessandro Meluzzi, che interviene quasi quotidianamente alla trasmissione di Canale 5 Pomeriggio Cinque, condotta da Barbara D’Urso. “Prendo tutte le responsabilità su quello che sto per riferire, ma è un episodio messo agli atti dagli inquirenti, quindi una pista su cui si indaga”, ha annunciato Meluzzi, “qualche giorno prima della sua morte, il 20 agosto, presso una zona fuori Avetrana, chiamata Il villino, si era tenuta una festa a base di alcool e droga a cui partecipò anche Sarah. Non voglio insinuare che anche la quindicenne abbia fatto uso di sostanza stupefacenti, ma non è escluso che possa aver visto, e quindi riferito, qualcosa di scomodo”.

Lo psichiatra specifica che alla festa erano presenti i ragazzi con cui la Scazzi usciva abitualmente, compresa, ovviamente, sua cugina Sabrina Misseri, accusata dell’omicidio e per questo in galera dal 15 ottobre.

Non sappiamo se la tesi avallata da Meluzzi possa avere effettivi riscontri, o clamorose smentite da parte dei diretti interessati, ma ciò che stranisce è sia la circostanza in sé, ovvero la quindicenne che partecipa, seppure in modo passivo, alla festa a base di alcool e droga, sia il fatto che, in un caso mediatico come quello di Avetrana, l’episodio non sia trapelato da alcuna fonte.

“Quindi Concetta era a conoscenza di quella serata?”, ha chiesto Barbara D’Urso allo psichiatra, specificando che “la madre di Sarah segue tutti i giorni la trasmissione”, domanda cui Meluzzi ha risposto in modo alquanto evasivo, “Non dico questo, posso solo sostenere che si tratta di un episodio messo agli atti”.

Un tassello tuttora al vaglio degli inquirenti, al fine di verificare se si possa trattare di un movente per cui uccidere Sarah.

Carmine Della Pia