Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Sesso: denunciata coppia alle prese con ‘hot car sex’

CONDIVIDI

Una coppia è stata denunciata a Porto San Giorgio perché sorpresa a far sesso ‘completo’ in auto nel parcheggio di un centro commerciale. I focosi amanti erano in piena attività e non si curavano di essere visti da passanti con bambini.  Alle 9.30 il parcheggio era affollato e anche a distanza si riuscivano a vedere i loro corpi, completamente nudi, impegnati in movimenti che nulla lasciavano all’immaginazione. Alcune persone hanno avvertito il 113. Quando la Polizia di Fermo è giunta sul luogo, i due sono stati fermati e denunciati per atti osceni in luogo pubblico. 

Il sesso in macchina è un’attività illegale: il piacere del proibito, la paura di essere scoperti sarebbe, per molti, un forte eccitante cui, soprattutto i giovani, non riescono a rinunciare. Se si viene ‘beccati in flagrante’, però, potrebbe costare molto caro. Secondo alcuni sondaggi, ben 8 giovani su 10 consumano sesso in auto.

La legge parla chiaro: il sesso in auto è reato, salvo che non si abbiano i vetri oscurati o non si coprano a dovere con del materiale in modo che non si possa vedere l’interno dell’abitacolo-alcova.  L’ha stabilito una recente sentenza della Corte di Cassazione, che ha condannato una giovane coppia scoperta in auto a far sesso. Secondo l’avvocato Del Gaudio, per molti può sembrare romantico fare l’amore in auto, anche se alle 3 di notte, nel parcheggio di una discoteca il reato di atti  osceni in luogo pubblico non cambia.

Se ne parla molto anche in Facebook, dove vi sono numerosi gruppi in merito. Il discorso è sempre lo stesso: gli amanti  dell’amore on the road dovranno calmarsi perché il rischio è altro: 3 anni di carcere. Potrebbe essere considerato più grave di un furto. Circa un anno fa l’assessore Pina Chiarello fu protagonista di un fatto che ha riscosso interesse da parte dei media nazionali. La Chiarello, in merito a un blitz della polizia di Trani in via Cecoslovacchia durante il quale furono multati tutti i presenti all’opera, fece alcune dichiarazioni che la resero famosa. Pina Chiariello, assessore all’Ecologia e Ambiente del Comune di Trani, lanciò una sorta di manuale su Facebook; esistono tre regole-chiave: vietato abbandonare fazzolettini e altri rifiuti per ovvie ragioni; attenzione alla propria sicurezza nella scelta dei posti dove appartarsi e tutela nei confronti di possibili e involontari spettatori, soprattutto se bambini.

La legge è severa: un’ora di sesso nella propria auto è più grave che rubare o svaligiare un appartamento. Gli italiani, però, non sembrano così preoccupati e resta il popolo che maggiormente fa sesso in auto.  

Cosmo de La Fuente