Calciomercato Milan: fuori Dinho, dentro Cassano?

Il Milan di Allegri si sta confermando come una delle squadre più in forma del campionato: i 6 punti di vantaggio sulle dirette concorrenti sono il segnale che la squadra gira a dovere. In passato però la dirigenza ha commesso l’errore di ritenere completa una rosa “solo” perchè aveva raggiunto determinati traguardi. Pare invece che per il mercato di gennaio qualche innesto venga fatto: il primo è Antonio Cassano, che la Sampdoria cederà, data l’ormai insanabile rottura fra il barese e Garrone; un altro giocatore su cui il Milan potrebbe investire è Mamadou Sakho, difensore francese del Paris Saint Germain. Sembra invece ormai lontano da Milano il futuro di Ronaldinho, che non rientra più nei piani tecnici di Allegri e in quelli economici della società.

CAMBIO – La sentenza dell’arbitrato sul caso Cassano ha complicato in parte le cose per chi volesse ingaggiarlo: il suo contratto non è stato rescisso, perciò si dovrebbe intavolare una trattativa con la Sampdoria. Vero è che Garrone sembra non vedere l’ora di liberarsi dell’ex attaccante di Real Madrid e Roma, perciò l’accordo potrebbe trovarsi facilmente. Il Milan viene dato come favorito nella corsa al talento di Bari Vecchia, che potrebbe approdare a San Siro con la formula del prestito, più un eventuale diritto di riscatto: in questo modo la dirigenza di via Turati avrebbe il tempo di valutare gli effetti di Cassano sull’ambiente Milan e decidere eventualmente di riscattarlo in caso di apporto positivo. Il suo arrivo dovrà però coincidere con la partenza di Ronaldinho: per stessa ammissione del suo agente, l’accordo per il rinnovo non è stato trovato ed probabile la sua partenza, forse già a gennaio.

SAKHO – Il mercato rossonero non riguarda solo il reparto avanzato: da tempo si seguono le prestazioni di Mamadou Sakho, difensore centrale del Paris Saint Germain classe 1990. Grande fisico e buona tecnica, sarebbe in prospettiva il sostituto ideale di Alessandro Nesta. Per il transalpino servono dagli 8 ai 10 milioni, ma se si confermerà su buoni livelli, Galliani sarà in prima fila per proporre al club parigino la propria offerta.

Alberto Ducci