Probabili formazioni Debrecen-Sampdoria: Di Carlo schiera la Primavera

Entrambe le squadre arrivano a questa gara sapendo di non poter chiedere più nulla alla competizione. Spazio quindi ai giovani, almeno per quanto riguarda la Sampdoria, che ha l’orgoglio oramai sotto le scarpe dopo le vicende Cassano e Gasparin. Cercare di mantenere il terzo posto nel girone è sicuramente la più importante delle situazioni per emulare il Palermo ieri sera e la Juventus in contemporanea.

DEBRECEN – Squadra tipo per gli ungheresi che schierano un 4-4-2 speculare a quello della Sampdoria. In campo ci saranno tutte le prime scelte che già all’andata diedero filo da torcere alla squadra di Di Carlo, che strappò la vittoria su rigore di Pazzini. Coulibaly e Mbengono in attacco, con Kiss e Varga nella mediana.

Debrecen (4-4-2): Malinauskas; Simac, Fodor, Mijadinoski, Laczko; Bodi, Varga, Kiss, Czvitkovics; Mbengono, Coulibaly.
A disposizione: Verpecz, Westby, Bernath, Dombi, Ramos, Coats, Szakaly. All. Herczeg.

SAMPDORIA – Di Carlo convoca una rosa giovanile usufruendo della possibilità di inserire la primavera nella lista Uefa con almeno 48 ore di anticipo. In porta andrà Da Costa, reduce dalla prestazione indimenticabile contro l’Inter; in difesa ad affiancare l’esperto Accardi ci saranno Lamorte e Messina, direttamente dalla primavera, e Rossini, che quest’anno colleziona la sua prima uscita ufficiale. A centrocampo i titolari Mannini e Dessena si faranno accompagnare Obiang e Sammarco. In attacco inedito Guberti e Kristicic, che dopo aver recuperato dalla lungodegenza della stagione scorsa è tornato a grandi livelli. Tutti gli altri restano a casa in attesa del derby di domenica.

Sampdoria (4-4-2): Da Costa, Accardi, Lamorte, Messina, Rossini, Mannini, Dessena, Sammarco, Obiang, Kristicic, Guberti.
A disposizione: Fiorillo, Volta, Grieco, Poli, Tissone, Koman, Oliviero. All: Di Carlo.

Squalificati: Marilungo, Gastaldello
Indisponibili: Semioli, Padalino, Cacciatore, Gastaldello

Mario Petillo