Scontri Roma: botta e risposta tra Pdl e Anm

“Non posso che ribadire quello che ho sempre detto in questi casi: sono legittime le critiche ai provvedimenti della magistratura, ma non gli insulti ai giudici e all’istituzione“. Il presidente dell’Anm, Luca Palamara, risponde così al sindaco della capitale Gianni Alemanno, che in giornata ha attaccato in maniera dura la decisione assunta dal tribunale di Roma di scarcerare i presunti autori degli scontri avvenuti nelle vie del centro martedì scorso, in occasione della manifestazione contro il governo e la riforma universitaria.

Ma Alemanno non è stato l’unico, all’interno del Pdl, a protestare contro la scarcerazione dei giovani fermati il 14 dicembre a Roma.

”Ho appreso della decisione di liberare i fermati per gli scontri che hanno messo sotto assedio Roma. Ritengo questa decisione un atto da irresponsabili”, ha commentato il presidente del gruppo Pdl al Senato Maurizio Gasparri. “Cosa aspettano? Che si ripresentino davanti al Senato la prossima settimana quando approveremo in via definitiva la riforma dell’università? L’ottimo operato delle Forze dell’Ordine è così del tutto vanificato – ha aggiunto Gasparri – mentre i segni della violenza e le immagini di quel giorno orribile sono ancora sotto gli occhi di tutti”.

Raffaele Emiliano