Seongnam-Inter 0-3: Benitez sollevato ma preoccupato per Sneijder

Animi sollevati, sorrisi distesi, tanta fiducia. E’ ciò che traspare dagli spogliatoi di Abu Dhabi, sponda nerazzurra. L’Inter torna a vincere, convince abbastanza, non si monta la testa e punta il trono mondiale. Dista 90 minuti. C’è da scavalcare l’ostacolo Mazembe. Sabato è il d-day.

Sostiene Benitez – Il tecnico Rafa Benitez già lavora per la finale di sabato: Questa vittoria dev’essere un punto di partenza: ora siamo più fiduciosi. Per sabato lavorerò sulla testa: bisogna concentrarsi, essere attenti e pronti. Più psicologia, meno tattica: così ci prepararemo alla finale”. La tegola Sneijder preoccupa il tecnico spagnolo: “Non so se recupera per sabato. Anzi, è davvero difficile che sarà in campo”. Sui prossimi avversari, ecco il pensiero di Rafa: “Sono forti atleticamente, fisicamente ma hanno anche qualità. Ma ora che siamo a ranghi completi non dobbiamo tenere nulla”.

Moratti e Stankovic – Il presidente sorride e scherza: “Abbiamo battuto il record mondiale di infortuni. Per il resto, ho visto una squadra davvero cambiata, vogliosa di vincere e ben messa in campo“.
Stankovic, dal canto suo, saprebbe a chi dedicare la vittoria: “Sono felice per la vittoria ma sono davvero dispiaciuto per Sneijder: che sfortuna! Vinceremo per lui, se lo merita”.

L’aria è elettrica, la storia ad un passo: l’Inter vuole il Mondiale. Per ripartire (con fiducia) in questa stagione e continuare il ciclo.

Edoardo Cozza