Governo, Maroni: “Maggioranza forte o voto”

La Lega è chiara: in assenza di una “maggioranza forte”, “è meglio andare al voto”. A ribadirlo è il ministro dell’Interno Roberto Maroni, che invita a risolvere “rapidamente” le “incognite” che incombono sul futuro del governo.
Il destino dell’esecutivo – ha spiegato il ministro dell’Interno – “dipende da molte cose”.

Ci sono ancora delle incognite – ha sottolineato il titolare del Viminale – e penso che nelle prossime settimane queste incognite si potranno sciogliere”. “Se si scioglieranno positivamente, cioè se si ricostituirà una maggioranza forte e stabile su cui fare affidamento – ha aggiunto Maroni – si può continuare, altrimenti è meglio andare al voto”. Il leghista è certo anche sui tempi di una tale operazione: “Si può fare rapidamente – ha assicurato – e senza però compromettere l’approvazione dei decreti legislativi di attuazione del federalismo”.

Il Ministro sì è soffermato infine sull’ipotesi di allargamento della maggioranza all’Udc, che “è una delle incognite che sono ora nelle valutazioni del presidente Berlusconi”. “Ci affidiamo alla sua saggezza e alla sua abilità – ha concluso – e, alla ripresa, dopo la chiusura per le feste natalizie, si farà il punto”.

Raffaele Emiliano