Lo schiaccianoci: la magia della danza classica al Teatro Toniolo di Mestre il 21 e 22 dicembre

Martedì 21 e mercoledì 22 dicembre, nell’ambito della rassegna internazionale di danza d’autore Verso l’universo 2010-2011, sarà in scena al Teatro Toniolo di Mestre Lo Schiaccianoci.

Alle ore 21 il Rousse State Ballet e i solisti del Sofia National Ballet (Vessa Tonova, Trifon Mitev, Emil Yordanov e Marta Petkova) porteranno in scena il balletto classico di repertorio.

Lo schiaccianoci è caratterizzato da atmosfere ricche di poesia e fantasia che lo hanno imposto nel tempo come uno dei balletti più legati alle festività natalizie e ha da sempre affascinato tutte le generazioni di spettatori, anche i più giovani.

Il suo libretto (da Hoffman, via Dumas figlio) è ambientato in una Norimberga di duecento anni fa, alla vigilia di Natale, la protagonista è Clara, una bambina che in sogno salva il principe Schiaccianoci e con lui vola via nel dolcissimo mondo dei Confetti, tra Fiocchi di Neve danzanti e magnifici Fiori vorticanti in uno splendido valzer.

La storia, in cui si sono riscontrate diverse metafore come quella del viaggio iniziatico verso il mondo degli adulti, è arricchita dalla splendida musica composta da Ciakovsky che è in grado di descrivere ed emozionare in ogni scena. Impresse nella memoria degli ascoltatori e degli spettatori sono le scene della festa natalizia, in cui si possono sentire trombette e tamburi giocattolo nella partitura, o la melodia in crescendo che accompagna Clara durante la trasformazione del suo albero di Natale tra momenti di stupore e gioia.

Il Rousse State Ballet è una compagnia nata nella città bulgara nel 1949 e che segue i più rigorosi canoni accademici. La direttrice Marina Zaharieva firma la coreografia della compagnia chemantiene alcune parti ideate da Vasilj Vainonen e dell’originale del 1892 di M. Petipa come, ad esempio, il grande adagio che apre il pas de deux del secondo atto.

Protagonisti de Lo schiaccianoci saranno due ballerini del Balletto Nazionale di Sofia.

Prima dell’inizio dello spettacolo sarà dato spazio al Progetto Supporter con Martina Minniti e Daniele Silingardi Balletto Junior Veneto diretto da Susanna Plaino in Gran Pas de Deux (6′) da Lo Schiaccianoci Adagio e Coda, coreografia: Peter Wright ( da M. Petipa) ripresa da Elias Garcia Herrera.

Beatrice Pagan