Pagelle Milan-Roma: Mexes perfetto, Seedorf il peggiore

MILAN

Abbiati 6: mai impegnato, non può nulla sul goal di Borriello. Assiste impotente alla non brillante prestazione dei suoi compagni.

Abate 6: spinge con continuità nel primo tempo; nella ripresa cala, sfortunato nell’azione che porta al goal vittoria dei giallorossi.

Nesta 6: molto bello il duello con Borriello, se la cava con esperienza.

Bonera 6: quando è chiamato in causa risponde presente, ma davanti la Roma non punge molto.

Antonini 5,5: si fa sfuggire Menez nell’azione del goal, per il resto partita abbastanza anonima.

Ambrosini 6: grande grinta, cerca qualche inserimento senza molto successo, è uno degli ultimi a mollare.

Pirlo s.v. (Dal 22′ Seedorf 4,5: entra ed il gioco del Milan si spegne. Non sarà solo colpa sua, ma uno con la sua classe dovrebbe incidere di più e sbagliare molti appoggi in meno).

Gattuso 6: nel primo tempo è un leone, raddoppia su tutti e conquista un gran numero di palloni. Nel secondo partecipa al calo generale.

Boateng 6: anche lui molto attivo nella prima metà di gioco, sparisce un po’ nella ripresa, sino a quando è costretto ad uscire per infortunio. (Dall’ 86′ Ronaldinho s. v.).

Robinho 6: protagonista di alcune buone giocate, non trova in Ibrahimovic un partner in serata. Tra tutti, è forse l’unico che cerca di creare qualcosa di buono.

Ibrahimovic 5: poco mobile, gli riesce poco e quel poco spesso gli riesce male. Spreca malamente un paio di occasioni ed è spesso fuori dal gioco.

All. Allegri 5: non riesce a trovare il bandolo della matassa, forse anche perchè in panchina non ha a disposizione molte carte che possano cambiare la partita.

ROMA

Doni 6: ipnotizza Ibrahimovic nel primo tempo, poi nulla più. Per sua fortuna, gli attaccanti rossoneri hanno le polveri bagnate.

Burdisso 6,5: Ranieri lo schiera terzino per dare solidità in fase difensiva e lui, dopo un’iniziale sofferenza, interpreta il ruolo molto bene.

Mexes 7: ottima partita, fatta di grande sostanza. Sempre preciso, sia in chiusura che in marcatura.

Juan 6,5: buona partita anche la sua. Mezzo voto in meno del compagno di reparto a causa di un errore di posizionamento nel primo tempo che ha permesso a Ibrahimovic di presentarsi solo davanti a Doni.

Riise 6: si limita a contenere e lo fa con buona efficacia. Spinge meno del solito, ma la partita non lo richiede.

De Rossi 6,5: sempre presente in mezzo al campo, sfiora il goal con un bel tiro dalla distanza. Fa da tramite fra difesa ed attacco, riuscendo a tenere uniti i reparti.

Brighi 6: partita di grande sacrificio. Il suo compito è fare legna in mezzo al campo e lui non si fa pregare.

Simplicio 6: non effettua quegli inserimenti offensivi che sono nel suo repertorio, ma gioca una partita di grande rigore tattico nella posizione di interno di centrocampo.

Menez 6,5: quando accelera lui, son dolori. In verità lo fa solo a sprazzi, ma da uno dei suoi dribbling e cross nasce il goal vittoria. (Dall’ 81′ Taddei s. v.)

Borriello 6,5: fa a sportellate con Nesta e Bonera per tutta la partita. In parte fortunato sul goal, ha il merito di trovarsi al posto giusto nel momento giusto. (Dal 90′ Okaka s. v.)

Adriano 6: torna titolare a San Siro dopo molto tempo. Non si vede molto, ma compie lavoro sporco che aiuta i compagni in varie fasi della partita. (Dall’ 88′ Rosi s. v.)

All. Ranieri 6,5: dopo lo sbandamento iniziale, riesce a prendere le misure e a riportare il giusto equilibrio.

Arbitro Damato 6: uno dei Milan-Roma più tranquilli che si ricordino, si trova a gestire una partita tutto sommato tranquilla.

Alberto Ducci