Sampdoria-Genoa rinviata per neve sul Ferraris

Il prefetto stamattina aveva assicurato che il Derby della Lanterna si sarebbe giocato. Purtroppo a quanto pare il prefetto non ha saputo valutare le cause di forza maggiore, quella della natura e della neve che stava ricoprendo Genova da tre giorni.

Disorganizzazione sicuramente è la situazione da riportare in questi momenti, ma prima di tutto atteniamoci alla cronaca: il derby Sampdoria-Genoa che si doveva giocare stasera alle 20.45 al Luigi Ferraris di Marassi è stato rinviato a data da destinarsi per impraticabilità del campo, totalmente ricoperto di neve. Da stamattina gli spazzaneve erano in azione per ripulire la zona circostante il campo a Marassi e permettere ai tifosi di raggiungere i loro posti senza difficoltà: la neve si era fermata ad un certo punto ma poi ha ripreso a cadere insistentemente. Per evitare quindi di assistere ad uno scenario simile a quello che ha visto la Juventus qualche settimana fa in Polonia contro il Poznak in Europa League, la partita non si giocherà.

Lo stesso arbitro Morganti ha sancito, dopo un sopralluogo, l’impraticabilità del campo.

Da tre giorni la neve cadeva su Genova e in nessun modo si è deciso di prevenire l’eventuale innevata e quindi la copertura del manto erboso: c’è comunque da dire che in questo momento la neve sta cadendo copiosamente e gli stessi inviati sul campo si stanno ricoprendo di neve; inoltre l’inserimento di teloni avrebbe potuto portare la formazione di ghiaccio sotto di essi. Attualmente non ci sono date papabili per intuire a quando sarà il rinvio: sicuramente a dopo le festività e magari il 26 Gennaio, l’ultimo mercoledì del primo mese del nuovo anno. Le squadre potranno presentarsi con qualche defezione in meno, Palladino e Palacio per il Genoa, Semioli per la Sampdoria, ma i tifosi sicuramente ne risentiranno: il derby, la partita più attesa dell’anno, questa volta si stava vivendo con grande apprensione per l’assenza di Cassano, il periodo non felice che trascorrono le due compagini e soprattutto la novità di entrambi gli allenatori alla loro prima esperienza.

Mario Petillo