Serie A, Napoli-Lecce 1-0: la zona Mazzarri colpisce ancora

 

 

La zona-Mazzarri colpisce ancora e il Napoli batte il Lecce 1-0 al 93′ con una magia di Cavani. Partita chiusissima nel primo tempo con i partenopei che dominano sul campo senza creare particolari occasioni da gol. Nella ripresa ancora azzurri con il pallino del gioco in mano e più pericolosi sotto porta. Proprio nel finale succede l’incredibile: dal possibile vantaggio leccese con Corvia, salvato da un miracoloso salvataggio di Grava sulla linea, arriva il gol napoletano con Cavani che supera 3 uomini e da 25 metri lascia partire un destro più unico che raro che si insacca all’incrocio dei pali. Con questa vittoria il Napoli vola al secondo posto a 3 punti dal Milan a pari punti con la Lazio.

1° Tempo- Mazzarri non si fida di Sosa e in campo manda Zuniga dal 1° minuto per sostituire Lavezzi. Formazione confermatissima per De Canio.

I primi minuti di gioco presentano una partita molto chiusa: il Napoli che prova a fare la partita e il Lecce che si difende bene e prova a pungere con le sue ripartenze. In mezzo al campo i partenopei hanno la meglio, ma i salentini sono ben messi in campo da De Canio e non lasciano varchi agli avversari. La prima occasione degna di nota arriva al 25′ quando Gargano pesca in area Dossena tutto solo che da posizione defilata spedisce a lato il suo sinistro. I padroni di casa tentano di nuovo di far male su calcio piazzato con il solito Gargano, ma il suo destro si spegne sul fondo senza creare problemi a Rosati. Ancora azzurri in avanti al 37′ con Zuniga che duetta dal limite dell’area con Hamsik e spara un destro che l’estremo difensore giallorosso devia in angolo.

La partita prosegue su questa linea e il primo tempo si chiude con uno scialbo 0-0.

2° Tempo- Mazzarri prova a vincere la partita e inserisce Sosa al posto di Zuniga. Il Napoli sembra essere più convinto nei propri mezzi e al 52′ va vicinissimo al vantaggio con Hamsik che, ben servito da Yebda, da solo davanti a Rosati gli spara il pallone addosso. Un minuto più tardi tocca al principito Sosa rendersi pericoloso ma anche lui tira addosso al portiere da pochi passi dopo una rimessa laterale di Maggio. Il Lecce prova una sterile reazione con Piatti che da terra al 63′ prova a sorprendere De Sanctis ma è ancora il Napoli ad andare vicino al gol questa volta con Cavani che, servito da Sosa, dal limite dell’area da posizione angolata lascia partire un destro potente che Rosati respinge non senza problemi.

Mazzarri tenta il tutto per tutto e inserisce anche Dumitru sostituendo Santacroce, già ammonito.

La partita si infiamma al minuto 75 quando Cribari va ad un passo dal gol con uno stacco di testa. Il Lecce riparte subito in contropiede con Piatti che supera con un rimpallo Cribari, dribbla Grava e invece di servire Ofere a porta vuota cerca di superare anche De Sanctis che con un balzo felino gli ruba il pallone. Subito dopo ad un passo dal vantaggio ancora i padroni di casa con Dumitru che anticipa Fabiano e di un soffio in area di rigore manca il bersaglio.

La partita sembra incanalarsi sullo 0-0 ma nel recupero succede l’incredibile: al 92′ Corvia tutto solo supera De Sanctis con un tocco morbido ma Grava sulla linea salva miracolosamente. Ripartenza fulminea napoletana con Cavani che al 93′  si beve tutta la difesa del Lecce e da 25 metri spara una cannonata impressionante che si infila all’incrocio dei pali per il meritato vantaggio partenopeo. 1 a 0.

TABELLINO: NAPOLI-LECCE 1-0

Napoli(3-4-2-1): De Sanctis; Santacroce(66′ Dumitru), Cribari, Grava; Maggio, Gargano, Yebda, Dossena(79′ Vitale); Zuniga(50′ Sosa), Hamsik; Cavani. A disposizione: Iezzo, Rullo,  Blasi, Maiello. Allenatore: Mazzarri

Lecce(4-4-1-1): Rosati; Donati, Gustavo, Fabiano, Brivio; Grossmuller(76′ Rispoli), Vives(83′ Coppola), Olivera, Mesbah; Piatti(79′ Corvia); Ofere. A disposizione: Benassi, Sini, Bertolacci, Jeda. Allenatore: De Canio

Arbitro: Celi

Marcatore: Cavani 90’+3′

Ammoninti: Santacroce, Gargano, Cavani(nap); Fabiano(lec)

Antonio Pellegrino