Arezzo: uomo ucciso da esalazioni provenienti da silos

Incidente mortale sul lavoro in Toscana. Il 43enne Roberto Delfi è morto alle ore 10 di questa mattina a causa delle esalazioni provenienti da un silos che contiene truciolati. La tragedia è avvenuta a Laterina (Arezzo), nella zona industriale del paese.

E’ stata una impiegata a telefonare ai soccorsi. Sono giunti sul posto un elicottero del servizio sanitario, il personale del 118 e i vigili del fuoco. Proprio questi ultimi sono riusciti a recuperare il corpo dell’uomo – non senza difficoltà, e non immediatamente. Una volta che l’artigiano, privo di conoscenza, è stato tratto fuori dal silos, è apparso evidente che c’era ben poco da fare per rianimarlo. Ciò nonostante, il personale di servizio ha fatto tutto il possibile per cercare di salvargli la vita, ma ogni disperato tentativo è purtroppo fallito. Poco dopo le ore 10 l’uomo è stato dichiarato ufficialmente morto.

Delfi era il titolare dell’omonima azienda. Non è ancora chiaro perché l’artigiano si trovasse dentro il silos, il quale conteneva trucioli della lavorazione del legname. Sarà il magistrato di turno, assieme ai carabinieri e agli ispettori del servizio prevenzione della Usl, a capire perché vi fosse entrato ed a scoprire di che tipo fossero le esalazioni che l’hanno ucciso.

Gianluca Bartalucci