Chievo-Juventus 1-1: Del Neri amareggiato, Pioli si gode il pareggio

Ancora un pareggio, ancora un 1-1. Nelle ultime nove gare, la Juve ha chiuso con questo risultato ben sei volte. Quello di ieri, però, lascia molto rammarico per come è arrivato.

E’ stato il Chievo a partire meglio, procurandosi un calcio di rigore al quarto d’ora per fallo di Chiellini su Moscardelli. Dal dischetto si è presentato Marcolini, ma Storari è stato bravissimo a respingere il sinistro del centrocampista gialloblù. Scampato il pericolo, la Juve si è portata in vantaggio alla mezz’ora con un super gol di Quagliarella, che ha firmato in rovesciata la nona rete stagionale. Nella ripresa, al 52′, l’episodio che ha cambiato il volto all’incontro: il giovane Giandonato è stato costretto al fallo da ultimo uomo su Constant, l’arbitro Bergonzi lo ha mandato negli spogliatoi lasciando i bianconeri in dieci uomini. All’ultimo assalto, quando era già scoccato il 93′, il Chievo ha trovato il gol del pareggio con il solito Pellissier, bravo a girare in rete un assist di testa di Granoche.

L’AMAREZZA DI DEL NERI – Al termine dell’incontro, davanti alle telecamere, Gigi Del Neri non ha nascosto un pizzico di delusione: “Bisogna essere un po’ più smaliziati – ha detto a Sky –, più presenti: se fosse stato così la Juve avrebbe qualche punto in più. Oggi meritavamo qualcosa in più, ma ci sta di pareggiare certe partite: abbiamo giocato in dieci contro undici per quaranta minuti. Comunque i ragazzi si sono applicati, sono soddisfatto per come si è comportata la squadra. Avevamo tenuto sotto scacco il Chievo, peccato. Ma abbiamo dimostrato di poter fare bene anche senza qualche giocatore“.

Mancano solo dieci giorni all’apertura del mercato invernale, e il direttore generale Beppe Marotta ha spiegato le strategie bianconere: “Certamente quello che non vogliamo fare è ingaggiare giocatori soltanto per fare numero – ha spiegato a Rai Sport –, valuteremo eventuali innesti soltanto con lo scopo di innalzare la qualità della rosa. Non è detto, però, che ve ne possano essere, anche perché non sempre a gennaio è possibile trovare grandi occasioni sulla piazza“.

PIOLI SODDISFATTO – Dopo Inter e Roma, il Chievo ha fermato la terza grande nelle ultime tre gare casalinghe. Per Stefano Pioli il risultato è più che meritato: “Perdere oggi sarebbe stata un’ingiustizia. Abbiamo creato molto e concesso poche occasioni ai nostri avversari. Dopo le partite perse con Bologna e Lecce, oggi volevamo far punti e ci siamo riusciti. Siamo scesi in campo con lo spirito giusto e ci abbiamo creduto fino alla fine. Abbiamo meritato il pareggio“.

Pier Francesco Caracciolo