Fini: resto al mio incarico

“Finché dura la legislatura continueremo a vederci per gli auguri di Natale”. Così Gianfranco Fini saluta i dipendenti di Montecitorio. Il presidente della Camera mette a tacere voci secondo cui, avrebbe in mente le dimissioni per concentrarsi sul suo partito Fli. “Le istituzioni restano, gli uomini passano” dice Fini.

I parlamentari del suo partito suo stati fra quelli che hanno votato la sfiducia al governo. Di recente Futuro e Libertà, ha comunicato la volontà di aderire al Polo della Nazione. “Le istituzioni restano, gli uomini passano” continua Fini. Parla poi della riforma Gelmini. “E’ compito della classe politica’ occuparsi dei ‘giovani che esprimono il timore per il domani. Tutto si puo’ fare tranne che-conclude Fini- spegnere la speranza dei giovani in un avvenire migliore”. Interviene Mariastella Gelmini, ministro per l’Istruzione spiegando che “la riforma è per i ragazzi, colpisce baroni, parentopoli e privilegi”. “Rivolgo a tutti un invito ad abbassare i toni ed a recuperare senso di responsabilità e misura. In queste ore siamo impegnati sui contenuti, sulle proposte per dare un futuro all’università italiana. Chiedo quindi-conclude Gelmini- a tutti un confronto propositivo sul merito della riforma”.

Intanto per mercoledì si attende una manifestazione studentesca a Roma.

Matteo Melani