Napoli-Lecce 1-0: aria di Scudetto per Mazzarri. De Canio: “Sconfitta immeritata”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30

Il magic moment del Napoli continua imperterrito così come la zona-Mazzarri continua a mietere “vittime”. Ancora una volta i partenopei vincono la partita nei minuti finali grazie al solito Cavani che da 25 metri, dopo essersi bevuto la difesa del Lecce, spara un destro terrificante all’incrocio dei pali che manda in estasi una città intera. Gara dominata dagli azzurri che sfiorano il vantaggio a più riprese ma proprio un minuto prima del gol-partita rischiano di subire un gol da Corvia che viene sventato da un recupero prodigioso di Grava. Il Napoli sale al 2° posto a pari punti con la Lazio, a 3 punti dal Milan.

Diverse le reazioni dopo il match da parte delle due squadre.

Mazzarri è entusiasta del successo ottenuto contro il Lecce all’ultimo respiro e ai microfoni di Rai Sport ha dichiarato: “Devo davvero ringraziare tutti i ragazzi per al grande disponibilità dimostrata, dato che ai miei giocatori chiedo sempre molto sacrificio, in base a quella che è la mia idea di calcio. Oggi abbiamo nuovamente dominato la gara, quanto meno per circa 70 minuti, registrando una grande superiorità territoriale nel possesso palla; il nostro unico difetto è legato ai pochi gol realizzati rispetto alla mole di gioco prodotta“. Sul capitolo Scudetto rimanda l’argomento: “A gennaio abbiamo in fila l’Inter a San Siro e la Juventus ospite, sullo Scudetto ci aggiorniamo dopo quelle due partite“.

Cavani si sbilancia e ai microfoni di Sky Sport propone il Napoli come anti Milan: “E’ stata una vittoria meritata, abbiamo sbagliato tantissimi tiri in porta. Corvia era a terra? Sì, ma diciamo che era già successo due o tre volte durante la partita e l’arbitro non ha fischiato, non ci ha fatto buttare fuori la palla. Quindi, se l’arbitro ce lo diceva avremmo buttato fuori la palla. Il Napoli può essere l’anti Milan? Si. Ora comunque pensiamo alla vacanza e alla ripresa l’anno prossimo continueremo a fare bene come stiamo facendo adesso“.

Il tecnico del Lecce, Gigi De Canio, ha una visione diversa della partita e ai microfoni di Rai Sport parla di sconfitta immeritata: “Quel che è certo è che il meglio di quanto creato in questa gara è arrivato da noi: il Napoli ha esercitato grande pressione, ma le occasioni davvero nitide sono state le nostre. Se Piatti poi avesse servito Ofere a porta praticamente sguarnita, invece di calciare addosso a De Sanctis, saremmo potuti passare in vantaggio, e probabilmente staremmo parlando di un risultato diverso“.

Antonio Pellegrino

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!