WikiLeaks: Per gli Stati Uniti Julian Assange è un terrorista tecnologico

Joe Biden, il ‘numero due’ della Casa Bianca ha sottolineato, in alcune dichairazioni, che  proprio in questi giorni stanno valutando come procedere, anche se sul canale televisivo statunitense NBC non è stato ancora chiarito niente, e  valutare quali misure specifiche  Washington ha intenzione di mettere in atto contro Assange.

Il Vicepresidente degli Stati Uniti ha affermato che il Dipartimento di Giustizia sta considerando  degli strumenti legali adottare per perseguire il controverso fondatore del sito Wikileaks: Julian Assange.

Le notizie pubblicate su diversi mezzi d’informazione segnalano che gli Stati Uniti potrebbero presentare delle precise accuse  contro Assange basandole su  come sia riuscito ad  indurre  Bradley Manning, ex analista dell’Intelligence  Statunitense ed indiziato egli stesso di aver divulgato i cablogrammi  diplomatici e che rimane tuttora in  arresto nella  base militare, a rubare quei documenti segreti e a passarli a Wikileaks.

Appena venerdì scorso, Assange, aveva detto che gli sembrava sempre più probabile che gli Stati Uniti tentassero di estradarlo per le accuse collegate con la fuga d’informazioni dei cablogrammi diplomatici. Già alla fine di novembre, l’organizzazione di  Assange aveva cominciato a divulgare una parte dei 250.000 cablogrammi  diplomatici statunitensi che hanno fatto scoprire e messo in luce, i segreti della politica estera americana.

Per quel che concerne Biden, come risposta  ad una domanda se il  fondatore di Wikileaks fosse più  un terrorista tecnologico oppure l’incaricato a denunciare delle pratiche  irregolari e tenute nascoste dal  Governo,  ha risposto, senza ombra di dubbio: “Direi che è molto più vicino ad essere considerato  un terrorista tecnologico, che altro ”.

Le dichiarazioni rilasciate da Biden arrivano dopo che, questo fine settimana, una delle cinque banche degli Stati Uniti,  la Bank of America,  ha annunciato che smetterà di calcolare le transizioni relazionate con WikiLeaks. Bank of America, in questo modo, segue così la procedura di applicazioni come Visa, Amazon, MasterCard, o ancora PayPal  che hanno rotto i loro legami con Wikileaks.

Maria Luisa L.Fortuna