Bomba sulla metro di Roma, Alemanno: “Rudimentale, non poteva esplodere”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:41


Aveva causato panico e angoscia il ritrovamento di un ordigno a Roma, su un treno della metropolitana B diretto a Rebibbia.

Il sindaco, Gianni Alemanno, aveva dichiarato, allarmato, “Poteva esplodere”, salvo tornare sui suoi passi, in seguito all’esito di ulteriori accertamenti.

L’ordigno risulta, infatti, particolarmente rudimentale, tanto che la linea B della metropolitana non è stata chiusa, né sono state prese altre misure precauzionali. Tutto sembra tornato alla normalità.

“Dopo ulteriori verifiche con gli artificieri risulta che l’ordigno non poteva esplodere, perché il rudimentale congegno non era in grado di provocare un’esplosione”, ha dichiarato il sindaco della Capitale.

Il panico generato dall’allarme, però, aveva mosso immediatamente sia il personale Atac, sia, soprattutto, le forze dell’ordine. A tal proposito, il primo cittadino ha aggiunto: “Ringrazio l’Atac e le forze dell’ordine per il pronto intervento e per l’immediata individuazione del problema che dimostra come il nostro sistema di sicurezza abbia funzionato perfettamente. Dopo aver sentito il Prefetto e il Questore posso garantire ai cittadini che tutte le stazioni della metro sono state controllate e bonificate e che quindi non ci sono ulteriori problemi”.

L’ordigno conteneva polvere pirica, ma non aveva innesco, secondo gli artificieri, per cui non poteva esplodere.

Sistemato sul binario tronchino, l’area in cui vengono effettuate le manovre dei treni, che si trova a 400 metri dalla stazione, il pacco risultava particolarmente rudimentale, nonostante le prime notizie parlavano di un pacco bomba che avrebbe potuto provocare, ovviamente, una strage.

La Procura di Roma aprirà quanto prima un fascicolo processuale contro ignoti, almeno per il momento. Mentre il pool di magistrati dell’antiterrorismo, coordinati dal procuratore aggiunto, Pietro Saviotti, è in attesa di un’informativa dei Carabinieri su quanto accaduto, le ipotesi di reato per le quali la Procura avvierà l’indagine risultano, al momento, porto e detenzione di materiale esplodente.

Carmine Della Pia

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!