Lite tra clochard a Savona: ucciso uomo di origine rumena

Una lite tra uomini privi di fissa dimora si è trasformata in una tragedia. Il fatto è successo a Savona, dove un uomo di 53 anni di nazionalità rumena è stato ucciso la scorsa notte. L’omicidio è avvenuto al termine di un violento diverbio che sarebbe iniziato attorno alle ore 23 di ieri. L’assassino sarebbe un 40enne clochard di nazionalità moldava, che avrebbe ucciso il rumeno prima colpendolo con una spranga e poi ferendolo a morte con un coltello.

Sembra che nel momento in cui è scoppiata la lite, avvenuta in un locale degli ex cantieri Solimano di via Nizza, i due fossero ubriachi. In preda all’ira, il moldavo avrebbe impugnato una spranga e avrebbe colpito violentemente l’altro in diverse parti del corpo. Incapace di controllarsi, l’aggressore avrebbe poi deciso di utilizzare un coltello per uccidere – con due profonde ferite al collo – la vittima.

Il fatto è stato denunciato verso l’una di notte da un terzo clochard, anch’egli intenzionato a passare la gelida notte presso le sale degli ex cantieri. L’uomo ha avvertito le forze dell’ordine nel momento in cui ha notato il corpo del rumeno in mezzo ad una pozza di sangue. Quando i soccorsi sono arrivati sul posto, però, c’era ben poco da fare. Il rumeno, che giaceva inerte sul pavimento, era già morto.

Per il 40enne moldavo è scatto immediatamente l’arresto, eseguito dai carabinieri di Savona. L’accusa è di omicidio volontario.

Gianluca Bartalucci